in

Maserati 3500 GT è una delle auto che ha segnato la storia del Tridente | Video

La casa automobilistica modenese presenta in video una delle sue più famose vetture

Maserati 3500 GT

Il nuovo episodio della serie Made in Modena proposta da Maserati sul suo canale ufficiale di YouTube vede protagonista la popolare Maserati 3500 GT. Abbiamo di fronte una delle vetture più importanti prodotte dalla casa automobilistica modenese. Nel filmato si vede Adolfo Orsi Jr, nipote del titolare dell’azienda dal 1987 al 1968, con l’esperto Ermanno Cozza.

I due affermano che la 3500 GT è l’auto che salvò il Tridente dopo che nel 1957 decise di ritirarsi dalle competizioni. In quel periodo, c’erano altre case automobilistiche che avevano portato sul mercato vetture simili. Un esempio è la Mercedes 300 SL Ali di gabbiano (Gullwing).

Maserati 3500 GT
Maserati 3500 GT interni

Maserati 3500 GT: l’ultimo video Made in Modena parla della storica auto del Tridente

Il marchio di FCA decise di radunare tutti i suoi ingegneri per dedicarsi allo sviluppo di un motore da 3.5 litri il quale permise la realizzazione della GT. In seguito al debutto ufficiale, l’auto divenne un successo. Ermanno Cozza spiega nella clip che l’intero sviluppo della vettura era molto simile a quello impiegato allora per realizzare i modelli sportivi e le monoposto di Formula 1, ossia sui cavalletti.

Oltre a questo, Orsi Jr e Cozza affermano che la 3500 GT è stato uno dei veicoli che ha rappresentato il boom economico italiano. Prima del debutto ufficiale della Maserati 3500 GT, la produzione del marchio italiano era ridotta a soli 2-3 esemplari al mese. Con questo veicolo, però, il Tridente voleva passare a produrre due unità al giorno.

Maserati 3500 GT

Oltre a questo, tutti i modelli precedenti disponevano di motori con cilindrata compresa tra 1.5 e 2 litri mentre con questo si doveva puntare a oltre i 3 litri per adeguare le prestazioni alle dimensioni maggiori della macchina.

Con questo in mente, nacque la 3500 GT (Tipo 101) partendo dal propulsore a 6 cilindri in linea bialbero proveniente dalla 350S da competizione. Il powertrain definitivo era un 3.5 litri (3485 cm³) con basamento e testata in alluminio, camere di combustione emiisferiche, distribuzione bialbero in testa comandato da una catena tripla e così via.

Complessivamente, il motore riusciva a sviluppare una potenza di 230 CV a 5500 giri/min. Accanto ad esso c’era un cambio a 4 marce realizzato da ZF, così come lo sterzo. Presenti anche frizione monodisco a secco Borg & Beck, differenziale Salisbury, freni a tamburo Girling e sospensioni a triangolo Alford & Adler. Infine, la Maserati 3500 GT venne presentata per la prima volta durante il Salone di Ginevra del 1957.