in ,

FCA: calo del 7.3% per le vendite in Europa nel 2019

Il mese di dicembre è positivo (+13.8%) grazie alla crescita di Fiat

FCA torna, finalmente, a registrare dati di vendita positivi a dicembre ma i risultati del 2019 continuano ad essere molto negativi, nel confronto con il 2018. I dati ufficiali diffusi in queste ore, infatti, confermano che il gruppo ha venduto 69 mila unità in Europa (UE + Efta) nel corso dell’ultimo mese di dicembre registrando una crescita percentuale del +13.8% (il mercato è però cresciuto del 21.7%) ed una quota di mercato del 5.5%.

Il 2020 si chiude in negativo per FCA che non riesce a superare quota 1 milione di unità vendute in Europa. Il dato complessivo relativo all’anno appena trascorso è di 946 mila unità vendute per il gruppo che fa segnare anche un calo delle consegne pari al -7.3% rispetto ai dati raccolti l’anno precedente. La quota di mercato di FCA scende così dal 6.5% al 6%.

I risultati del 2019 vedono FCA chiudere alle spalle di Volkswagen, PSA, Renault, Hyundai, BMW, Daimler e Ford. Da segnalare, inoltre, che le vendite combinate di FCA e PSA  sfiorano quota 3.5 milioni di unità vendute nel 2019 in Europa. Questo dato, potenzialmente, porta il futuro gruppo che nascerà dalla fusione tra FCA e PSA a ridosso del gruppo Volkswagen che ha chiuso l’anno con 3.8 milioni di unità vendute in Europa.

Diamo ora uno sguardo alle vendite dei singoli brand di FCA in Europa nel corso del 2019.

Fiat

Il marchio Fiat chiude il mese di dicembre in modo nettamente positivo facendo registrare oltre 49 mila unità vendute ed una crescita percentuale del +25% rispetto ai risultati ottenuti nel corso del dicembre dell’anno precedente. Per Fiat si registra anche una crescita della quota di mercato che passa da 3.8 a 3.9% per il mese di dicembre.

Il dato complessivo di Fiat per il 2019 è di 659 mila unità vendute con un calo del 7.2% rispetto ai risultati ottenuti nel corso del 2018. Per il brand torinese, che copre i 2/3 delle vendite di FCA in Europa, la quota di mercato nel corso dell’anno appena terminato è stata del 4.2%, in calo netto rispetto al 4.6% raccolto nel corso del 2018.

Jeep

Il marchio americano deve fare i conti con un leggero rallentamento delle vendite nel corso del mese di dicembre. Jeep, infatti, ha chiuso il 2019 con un mese da 11 mila unità vendute e con un calo percentuale del -8% rispetto ai dati dell’anno precedente. La quota di mercato per dicembre è stata dello 0.9%.

Nel totale annuo, invece, Jeep ha raggiunto quota 167 mila unità vendute con un leggerissimo calo, pari al -0.9%, nel confronto con i dati del 2018. Il marchio americano per il 2020 ha diverse novità in arrivo (a partire dalle nuove ibride in arrivo in primavera) e dovrebbe tornare a crescere nel corso dei prossimi mesi.

Lancia

Lancia registra un rallentamento delle vendite della Ypsilon nel corso del mese di dicembre (meno di 4 mila unità consegnate ed un calo del -10%) ma chiude il 2019 in positivo. Per il brand italiano, infatti, le vendite sfiorano quota 59 mila unità nel corso del 2019 con una crescita del +20.6% rispetto all’anno precedente.

Nel corso delle prossime settimane, Lancia presenterà la nuova Ypsilon Hybrid, l’attesa versione mild hybrid della city car che utilizzerà la stessa meccanica già vista su Panda e 500 Hybrid. Il debutto di questa nuova variante potrebbe dare una nuova spinta alle vendite del brand.

Alfa Romeo

Come abbiamo già visto nel nostro articolo d’approfondimento pubblicato poco fa, Alfa Romeo ha venduto a dicembre un totale di 4.140 unità nel corso del mese di dicembre appena terminato facendo registrare una crescita del +1% rispetto all’anno precedente.

Per il marchio italiano, quindi, il totale di unità vendute nel corso dell’anno appena concluso è stato di circa 53 mila con un calo percentuale del -35% rispetto all’anno precedente. Il risultato di Alfa Romeo è stato il peggior dato, in termini di calo percentuale, ottenuto da un marchio presente sul mercato europeo nel corso del 2019.

Ricordiamo che Alfa Romeo ha appena presentato le nuove Giulia e Stelvio MY 2020. Le nuove versioni dei due modelli di segmento D della casa italiana saranno anche le uniche reali novità in arrivo per il brand nel corso dei prossimi 12 mesi e dovranno sostenere da sole il peso delle vendite dell’intero marchio con la fine della produzione della Giulietta che è sempre più vicina. Sarà necessario attendere il 2021 per il debutto del Tonale.

Sembra che le notifiche siano off!