in

Jeep punta a una quota maggiore del mercato russo

Nel 2020 FCA prevede di introdurre almeno tre nuovi modelli Jeep nel mercato russo per aumentare le vendite

Jeep

Jeep sta espandendo le sue offerte di prodotti in Russia nel tentativo di espandere la sua piccola ma crescente quota di mercato. Nel 2020 FCA prevede di introdurre almeno tre nuovi modelli Jeep nel mercato russo: un Wrangler e una Compass aggiornati e il pick-up Gladiator. Le vendite di quest’ultimo probabilmente saranno lanciate verso la fine dell’anno. Il marchio Fiat Chrysler vede un’opportunità di crescita creata in parte dal ridimensionamento del business russo di General Motors e Ford. Entrambi continuano a vendere automobili nel paese ma hanno abbandonato le attività produttive.

Oltre all’attuale generazione Wrangler e Compass, Jeep offre anche Renegade, Cherokee, Grand Cherokee e Grand Cherokee SRT. I prezzi vanno da 2,6 milioni di RR ($ 42.000) a 5,73 milioni di RR ($ 92.000). Le vendite di Jeep in Russia hanno raggiunto il picco nel 2014 a 8.221 unità, ma sono crollate del 75% a 2.057 nel 2015 e poi un altro 38,3% a solo 1.269 nel 2016. Le consegne sono state stabili a 1.274 unità nel 2017, ma sono salite del 39,2% a 1.773 nel 2018 e sono aumentate del 17% a 1.653 per i primi 11 mesi del 2019.

FCA attribuisce il suo recupero in Russia negli ultimi due anni all’aggiornamento della sua gamma di prodotti. Compass, Wrangler, Cherokee e Grand Cherokee Trackhawk da 707 CV sono aggiunte recenti alla formazione. La casa automobilistica punta anche sulla popolarità del marchio Jeep in Russia, che risale alla sua introduzione in Russia a seguito dello scioglimento dell’URSS nel 1991.

Le fortune di Jeep sono aumentate anche con la ripresa dell’economia russa, anche se il governo sta introducendo una nuova tassa che dovrebbe aumentare i prezzi dei veicoli. Oltre a Jeep, FCA prevede di espandere i marchi Chrysler e Alfa Romeo nella nona nazione più popolosa del mondo. Ma gli effetti persistenti della crisi economica a metà dell’ultimo decennio hanno costretto la casa automobilistica a eliminare gradualmente le vendite del marchio Fiat nel 2017.