in ,

Da Garage Italia una Panda elettrica dedicata a Indiana Jones

Garage Italia ha introdotto una Fiat Panda completamente elettrica ispirata alla trilogia di Indiana Jones

Pandina Jones - 1

L’iconica Fiat Panda rappresenta una vettura di grande fascino per gli italiani (e non solo). Ora Garage Italia ne ha messo in strada una variante completamente elettrica ispirata alla splendida trilogia di Indiana Jones. L’atelier di Lapo Elkann, su commessione della Car&Vintage, ha infatti realizzato questa bellissima variante del noto Pandino 4×4 degli Anni ’90.

Pandina Jones - 2

La Fiat Pandina Jones Car&Vintage Edition (questo il nome ufficiale) è l’ultima nata della serie ICON-e di Garage Italia. Il progetto fonde infatti trazione e modernità, introducendo la propulsione elettrica su vetture senza tempo salvaguardandone lo stile. Il restauro della vettura è stato curato minuziosamente, ma ciò che colpisce dal punto di vista tecnico è quindi il motore elettrico. La vettura infatti si muove grazie all’adozione di un pacco batterie in sostituzione del propulsore elettrico.

I dettagli che fanno la differenza

La Pandina Jones utilizza una tinta speciale per i cerchi, introduce i proiettori tondi di Carello sulla mascherina e un portapacchi sul tetto dove trova posto la ruota di scorta. Il tetto è stato verniciato in bianco in contrasto col verde della carrozzeria contrassegnata da elementi in colore arancio. Lo stesso arancio riveste anche l’abitacolo realizzato in Alcantara è rimasto praticamente identico, nell’impostazione, a quello della Panda tradizionale.

Pandina Jones - 4

Spicca la presenza del nuovo impianto audio di JBL. Non manca nemmeno la trazione integrale che permette alla Pandina di superare i fondi più ostici; all’interno non manca infatti lo strumento posto sul cruscotto che mostra i gradi di spostamento della vettura lungo gli assi.

Pandina Jones - 3

Garage Italia ha dichiarato che la Fiat Panda non ha subito modifiche meccaniche. Escludendo chiaramente il motore. L’unità elettrica è stata realizzata col contributo di Newtron Group, ora al posto del bocchettone per il rifornimento di benzina c’è la presa per avviare la ricarica. Questa si adatta a diverse tipologie di ricarica disponibili mentre l’autonomia è di un centinaio di chilometri. Per ricaricare il 100% della capacità bisogna attendere da 3 a 8 ore.