in

Bosch crea una visiera parasole che blocca automaticamente il sole

Virtual Visor permetterà di ridurre gli incidenti dovuti all’accecamento provocato dalla luce solare

Bosch Virtual Visor

Oltre a presentare un nuovo Lidar, Bosch ha preso parte al Consumer Electronics Show (CES) 2020 di Las Vegas per presentare al pubblico una visiera parasole con intelligenza artificiale (AI) chiamata Virtual Visor.

La visiera virtuale assume la forma di un rettangolo che si sposta per bloccare la luce del sole. Questa è l’unica caratteristica che il Virtual Visor condivide con il classico parasole. Per il resto, il dispositivo è composto da un display LCD trasparente che utilizza una telecamera di monitoraggio per tracciare l’ombra sui volti dei passeggeri seduti anteriormente.

Bosch Virtual Visor
Bosch Virtual Visor, la visiera crea l’ombra solo in corrispondenza degli occhi

Bosch: l’azienda tedesca mostra al CES 2020 il nuovo Virtual Visor

L’intelligenza artificiale, invece, si occupa di identificare le caratteristiche del viso come naso, orecchie e bocca e utilizza queste informazioni per evidenziare solo le parti della visiera per evitare alla luce solare di colpire gli occhi del passeggero, creando un’ombra che somiglia a una maschera. Il resto rimane trasparente.

Anche se potrebbe sembrare un’innovazione relativamente minore rispetto ai grandi cambiamenti che stiamo assistendo nel settore automobilistico, Bosch ha previsto che il Virtual Visor avrà un effetto importante sulla sicurezza, specialmente all’alba e al tramonto.

Bosch Virtual Visor

Alcune ricerche effettuate dalla società tedesca hanno scoperto che l’accecamento dovuto alla luce solare provoca quasi il doppio degli incidenti rispetto ad altre condizioni meteorologiche e le statistiche della National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA) confermano tale affermazione.

È interessante notare che Bosch non ha investito milioni di dollari per avviare il progetto di sviluppo. L’azienda ha spiegato che l’idea è arrivata da tre ingegneri che hanno costruito il prototipo originale usando uno schermo LCD trovato nel cestino.

In questo momento, il visore virtuale si trova ancora in fase di definizione e la sua implementazione in un’auto di produzione dipenderà dalle case automobilistiche. Bosch ha dichiarato che sta parlando con i produttori per scoprire come portare la tecnologia in produzione.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento