in

Auto a idrogeno? Marco Alverà (Snam): tra dieci anni 

Marco Alverà, amministratore delegato Snam: tra dieci anni andremo a idrogeno

Ha detto al Corriere Marco Alverà, amministratore delegato Snam: tra dieci anni andremo a idrogeno. E l’Italia sarà leader in Europa. Insomma, auto a idrogeno a un passo. Rammentiamo che la Snam è una tra le principali società europee attive nel trasporto, stoccaggio e rigassificazione del metano.

Auto a idrogeno per l’obiettivo Ue

Ricordiamo anche che l’Unione europea ha imposto un forte giro di vite alle Case automobilistiche in fatto di emissioni: devono emettere sempre meno sostanze nocive. Ecco perché i Costruttori puntano forte su ibrido e soprattutto elettrico. La soluzione perfetta è l’elettrico puro, al 100%. Almeno sino a quando qualcuno dirà e dimostrerà che produrre e smaltire le batteria sporca come e più delle auto a benzina e a gasolio: ma questo è un altro discorso, valido magari fra una ventina d’anni.

Idrogeno e Italia: quale situazione

Secondo Alverà, l’Italia sull’idrogeno può esprimere molte delle sue forze perché ha grandi prospettive di sviluppo nelle rinnovabili. Ha accesso diretto al Nord Africa e capillari infrastrutture di trasporto e stoccaggio di energia. C’è il fattore Sole: si può creare idrogeno fatto da rinnovabili e i prezzi stanno scendendo velocemente. Nel 2010 costava 710 dollari per megawattora, oggi siamo a 125 dollari e si potrà arrivare a 25 dollari per megawattora.

Un paio di dubbi sull’auto a idrogeno

Le nostre perplessità sull’auto a idrogeno. Primo: per produrre idrogeno, si inquina. Si emettono gas nell’aria. Lo si fa grazie agli idrocarburi. Almeno in Italia. Le cose cambierebbero se si producesse idrogeno con il nucleare, ma non è certo il caso dell’Italia. Secondo: Roberto Formigoni, quando era politico quotatissimo e Governatore della Lombardia, parlò di auto a idrogeno. Correva l’anno 2002. Disse: L’obiettivo è che il primo gennaio 2005 sia il limite oltre il quale non si possano immatricolare auto se non con motore ibrido, elettrico, che abbatte sostanzialmente il livello di emissione degli agenti inquinanti. E che dal 2008 possano essere venduti solo veicoli a idrogeno, ovvero a tasso di emissioni zero. A oggi, per l’idrogeno, non ci siamo proprio. Che stavolta sia quella buona?

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento