Alfa Romeo, Fiat, Ferrari, Maserati, Jeep, FCA: Le migliori notizie della settimana (25-31 luglio)

di -

In quest’ultima domenica di luglio fa il suo ritorno il nostro tradizionale appuntamento con le migliori notizie della settimana (da lunedì 25 luglio ad oggi domenica 31 luglio) per quanto riguarda il mondo di casa Alfa Romeo ed i nuovi modelli in arrivo in futuro oltre che i vari brand che compongono il gruppo FCA. In questi giorni di piena estate abbiamo registrato davvero tante novità sulle pagine di ClubAlfa.it ed il resoconto di quanto avvenuto in questa settimana sarà, quindi, sicuramente molto lungo ed interessante.

Come sempre, vi ricordiamo che per poter consultare le news complete linkate di seguito è sufficiente cliccare sulle frasi in rosso che trovate nel corpo dell’articolo. Per tutte le prossime novità su Alfa Romeo e tutti i brand del gruppo FCA vi ricordiamo di seguirci anche su Facebook e su Twitter.

Se vi siete persi qualche news in questi giorni, qui di seguito vi proponiamo il riepilogo completo di quanto accaduto. Buona lettura!

Alfa Romeo

Iniziamo il nostro resoconto delle novità di casa Alfa Romeo in questi giorni con un articolo dedicato a quelli che saranno i nuovi motori che in futuro arricchiranno la gamma dell’Alfa Romeo Giulia che, ricordiamo, in questi giorni è finalmente ordinabile nella sua prima versione benzina con motore 2.0 Turbo da 200 CV.

A proposito della Giulia, registriamo anche i primi avvistamenti di prototipi della berlina anche in Cina, un mercato fondamentale per il successo del piano di crescita di casa Alfa Romeo, e l’arrivo dei primi dati di vendita della Giulia in Europa nel corso del mese di giugno.  Nel frattempo vediamo le parole del collaudatore della Giulia e la recensione della berlina in versione Quadrifoglio realizzata da Jeremy Clarkson, l’ex conduttore di Top Gear.

Dopo le prime settimane di commercializzazione in Europa, il numero uno di casa FCA Sergio Marchionne si è detto decisamente soddisfatto delle vendite della Giulia che, insieme al Maserati Levante, rappresenta senza dubbio la novità più importante dell’anno per il gruppo italo-americano. I lavori di produzione della nuova berlina e l’imminente debutto del D-SUV Stelvio, atteso per novembre con la presentazione al Salone di Los Angeles, comportano un secondo semestre da record per Cassino. Nel frattempo, la Giulia e la 4C entrano nella flotta di Hertz insieme alla Fiat 124 Spider mentre la Giulia Quadrifoglio è protagonista di eventi promozionali a margine del GP di Germania di Formula 1. 

Chiudiamo il capitolo Alfa Romeo Giulia per questa settimana con i giudizi eccellenti del prestigioso giornale transalpino ‘Le Figaro’ per la nuova berlina della casa italiana definita un vero e proprio “suberbo ritorno di fiamma” per il marchio italiano. 

alfa giulia

In questi giorni, la mitica Alfa Romeo Spider è protagonista delle cronache rosa in quanto scelta dai cantanti pop americani Jay-Z e Beyonce come auto per il loro soggiorno italiano.  In futuro, Alfa Romeo dovrebbe presentare una nuova coupé dal marcato carattere sportivo, la nuova Alfa Romeo 6C, che potrebbe diventare la principale rivale di icone del mondo delle quattro ruote come la Porsche 911. 

Nel frattempo, in questi giorni abbiamo registrato l’arrivo di nuove indiscrezioni sul possibile prezzo di vendita della versione Quadrifoglio del nuovo Alfa Romeo Stelvio, il SUV che, come detto in precedenza, sarà presentato ufficialmente nel corso del prossimo autunno a Los Angeles. Il nuovo Stelvio dovrebbe entrare in produzione nel corso del prossimo mese di dicembre a Cassino per poi raggiungere il mercato italiano ed europeo a partire dal mese di marzo del prossimo anno.

Parlando del nuovo Stelvio, in queste ore registriamo anche l’arrivo di una nuova ipotesi stilistica del SUV che prova ad anticipare quello che sarà il design finale del progetto. Da notare che, secondo nuovi rumors, il D-SUV di casa Alfa Romeo potrebbe essere realizzato anche in una particolarissima variante a sette posti che potrebbe riscontrare particolare successo oltreoceano.

La settimana del marchio italiano registra anche il divorzio a sorpresa dalla concessionaria Fratelli Cozzi ed un’interessante notizia legata alla storica Alfa Romeo 8C 2900B Lungo Spider Touring che sarà battuta all’asta tra poche settimane e che potrebbe arrivare ad avere un valore complessivo di 25 milioni di dollari. 

Per chiudere l’argomento Alfa Romeo, vediamo un riepilogo di quelle che potrebbero essere le novità per il brand nel corso dei prossimi anni.

Fiat

In questi giorni, la Fiat 500, nella sua versione storica degli anni 60, è stata al centro di un’importante polemica in Belgio a causa di una pubblicità realizzata dal Governo che mette in cattiva luce gli italiani ed il made in Italy rappresentato proprio dalla storica 500.

Nel frattempo, la Fiat 500 Garage Italia Customs viene messa all’asta a Saint Tropez, i proventi derivanti dalla vendita sono devoluti ad una causa benefica portata avanti dalla Leonardo Di Caprio Foundation.

Fiat 500 by Garage Italia customs
Fiat 500 by Garage Italia customs

Ferrari

In casa Ferrari registriamo l’arrivo delle prime informazioni in merito alla nuova piattaforma modulare in via di sviluppo che rappresenterà la base di partenza delle vetture di nuova generazione di Maranello. Il primo progetto basato su questa piattaforma sarà, probabilmente, la nuova Ferrari California.

Da segnalare anche la conferma della data di debutto della nuova LaFerrari Aperta che sarà svelata in via ufficiale nel corso del prossimo mese di ottobre durante l’edizione 2016 del Salone dell’auto di Parigi. Tutti gli esemplari che saranno realizzati della super car di Maranello sono già stati venduti da tempo.

Ferrari California T

Maserati

Questa settimana che si avvia alla conclusione è stata davvero molto importante per il futuro di Maserati. In primo luogo, la casa italiana ha annunciato la proroga della produzione a Modena della GranTurismo e della GranCabrio che resteranno sul mercato sicuramente per tutto il 2017 e forse anche nel 2018.

Questa notizia comporta però un possibile ritardo nell’arrivo sul mercato della nuova Maserati Alfieri, la versione di serie della concept presentata da Maserati per celebrare i 100 anni della storia del brand, che potrebbe ora arrivare solo sul finire del 2018 o addirittura nel 2019.

Nonostante la soddisfazione di Marchionne per i primi risultati di vendita del Levante, il secondo trimestre del 2016 si chiude in modo negativo per Maserati che registra un nuovo calo di vendita su scala internazionale. Sarà compito del nuovo SUV prodotto a Mirafiori contribuire a dare un’accelerazione alle vendite del brand che punta al raggiungimento del target di 70 mila unità vendute all’anno entro il 2018.

Maserati-Levante

Jeep

I risultati commerciali di FCA alla fine del primo semestre del 2016 evidenziano come il marchio Jeep sia oramai diventato il trascinatore dell’intero gruppo italo-americano con risultati di vendita davvero eccezionali praticamente in tutti i mercati internazionali.

Nel frattempo, nuove foto spia evidenziano come il debutto della nuova generazione della Jeep Wrangler sia sempre più vicino. La data di uscita della nuova vettura dovrebbe essere programmata per il 2018.

FCA

La crisi di vendite della 500L, in costante calo negli ultimi mesi sia in Europa che in Nord America, ha comportato una forte riduzione della produzione negli stabilimenti serbi del gruppo FCA che ha avviato una campagna di incentivi all’uscita per i lavoratori del sito produttivo.

Nel frattempo però lo stabilimento di Melfi viene premiato in GermaniaIl sito ha vinto il titolo di Special Award Oem: Smart Digital Operations. Nel frattempo, grazie agli ottimi risultati ottenuti nei primi mesi del 2016, la dirigenza di FCA ha alzato i target finanziari del gruppo. 

C’è però da dire che, nonostante gli utili in netta crescita, i numeri realizzati da Volkswagen e Ford sono ancora piuttosto lontani per FCA che, in futuro, dovrà crescere ulteriormente per ridurre il gap con i principali gruppi del mercato delle quattro ruote.

Dopo gli ottimi risultati di questi mesi e dopo il debutto di modelli chiave come il Levante e la Giulia, FCA per il suo futuro è pronta a cambiare strategia. Nei prossimi anni il gruppo punterà sempre di più sul mercato di lusso. In questa settimana, registriamo anche l’annuncio ufficiale legato  allo spostamento in Olanda della sede legale e fiscale di Exor, una notizia che ha fatto e continuerà a far discutere moltissimo nei prossimi giorni.

Per quanto riguarda i richiami di vetture, in questi giorni è arrivata la notizia di un nuovo maxi-richiamo, riguardante in particolare gli Stati Uniti, che coinvolge i marchi Dodge RAM, Chrysler e Jeep. Nuove indagini, inoltre, confermerebbero un’alterazione dei dati di vendita in Nord America per FCA. Il gruppo italo-americano ha anche annunciato un nuovo investimento di 1.5 miliardi di dollari in Michigan.

Con queste ultime news dedicate al gruppo FCA, termina il nostro speciale sulle migliori news della settimana. L’appuntamento con il meglio della settimana su ClubAlfa.it è rimandato a domenica 7 agosto. Continuate a seguirci, in ogni caso, per tutti i prossimi giorni per restare aggiornati, in tempo reale, su tutte le novità legate al marchio Alfa Romeo ed ai brand di FCA.

 

  • Frank f

    Lancia?

    • ILKönz

      Lancia è morta, grazie al merdone in pullover. Che notizie vuoi che tiri fuori Lancia? Quanto è chic l’ultimo allestimento della Ypsilon?

      • Motorhaus

        Lancia non è morta grazie a Marchionne. Il declino di una azienda come Lancia avviene in diversi anni, più di una dozzina, quindi per cortesia evitiamo commenti alla buona giusto per criticare qualcuno. Lancia è stata oggetto di un declino da parte del proprio organo direttivo, che non è stato capace di reinvestire gli utili, di reinventarsi e di mantenere la leadership che aveva con la grande Thema, senza parlare della gloriosa Thema Ferrari che spazzava via la concorrenza. Mentre altri concorrenti lavoravano bene ed a testa bassa, Lancia è stata cannibalizzata dal proprio direttivo. Audi pubblicizza così tanto la trazione Quattro, che in confronto a Lancia è 0 spaccato. Perfino la 037 traz posteriore batteva l’Audi Quattro nei rally… Solo che Audi ha saputo pubblicizzare le sue vittorie, Lancia paradossalmente no.. Lancia tutt’ora casa con maggior vittorie. Detto questo, alle volte i rami secchi vanno tagliati per non far morire tutta la pianta. Abbiate pazienza, ricresceranno

        • ILKönz

          E basta con questa lagna dei rally! Prima parli di malagestione e poi vai a scavare indietro negli anni quando tutto filava liscio. Voi tifosi dovete fare pace del cervello, una volte per tutte, cristo santo siete davvero noiosi.
          A parte che la 8.32 è stata una delle peggiori bare della storia dell’automobilismo, un motore Ferrari sul telaio della Croma… wow! Ma di quale concorrenza parliamo? Semplicemente a nessuno con un minimo di sale in zucca sarebbe venuto in mente di produrre una tamarrata simile così poco equibrata. Bello fare quindi i fenomeni con una “concorrenza” che per ovvie ragioni non poteva esistere!
          La 8.32 è stata soltanto una demenziale trovata di marketing, una sorta di canto del cigno disperato, quando in Lancia, o meglio in Fiat, già si erano resi conto che si erano infilati in un profondo vicolo cieco da cui non intravedevano via d’uscita. Quindi hanno speso tutto quello che c’era da spendere subito dopo nei rally per far vincere la Delta Integrale, con la speranza che i successi avrebbero fatto da traino commerciale. E così non è stato, purtroppo.
          Poi possiamo indagare sulle colpe di tizio e caio quanto vogliamo, ma dagli anni ’90 in poi non è stato fatto NULLA per risollevare la situazione, e il caro Sergione ha soltanto PEGGIORATO tutto, trasformando il marchio Lancia nella pattumiera degli avanzi americani con la fusione Fiat-Chrysler, gettando nel cesso quel poco di prestigio e di appeal internazionale che Lancia aveva.
          Quindi se prima di Marchionne, Lancia era moribonda, lui ha provveduto per bene a infilare l’ultimo chiodo nella sua bara, quando avrebbe fatto molto meglio a farsi un esame di coscienza, ammettere la sua incopetenza e vendere tutto.

          • Motorhaus

            Tifoso? Io? Ti ho descritto come sono andate le cose. La storia dei rally, come la minimizzi tu, ha creato il successo dei modelli di punta Audi, quindi mi vien da chiederti? Ma di che diavolo parli? Sei stanco della storia dei rally Lancia, ma intanto una casa ha fatto la sua fortuna proprio sui rally e non mi sembri infastidito da questo. Könz Köerenza. Il declino Lancia è storia nota ed è avvenuto dopo i successi rally, per mancanza di modelli competitivi, salvo Thema che era la migliore del segmento, anche questo è storia. Poi se ti va di girare le frittate magari ti raccomando a qualche ristoratore. Per piacere rispondi con contenuti non con susseguirsi di parole alla meno peggio.. Mi ricordi Audi e le sue trazioni anteriori “sportive”, un andazzo alla meno peggio, e ti lamenti di Thema Ferrari? Könz Köerenza. Hai capito la mia metafora alla fine del messaggio precedente? Non credo. Ps: ti sei mai chiesto come mai la delta integrale replica martini costi 100mila Euro? Forse perché la storia rally è importante per il mercato, ma non per te quando devi criticare il mondo FCA. Il peso della storia muove popoli interi, e te ne esci con un “e basta co sta storia dei rally” questo fa capire tutto della tua linea di pensiero, una selva oscura, direbbe quello. No fan qui, solo appassionato di TUTTE le auto.

            • ILKönz

              Sono stanco delle vostre cazzate e della vostra ipocrisia. Fate tanto gli espertoni, dite che apprezzate questo e quell’altro, che siete di larghe vedute.
              Ma appena dovete fare un paragone tra una straniera (meglio se tedesca) e una italiana finite sempre con l’ovvio esito Germania = Merda e Italia = SIAMO I MEGLIO!1!!1

              Sono perfettamente coerente, perchè prima ho criticato un solo modello Thema, non tutta la gamma, sei soltanto tu che giri la frittata per rompermi le palle.
              E non sai nemmeno che il marchio che ha vinto di più nei rally non è Lancia, ma Citroen. Non sei tifoso, vero? Lo sei talmente tanto che nemmeno sei andato a prenderti la briga di andare a controllare come stanno ora le cose. Gli anni ’90 sono finiti da un pezzo, sveglia!

              Ora ti lascio la possibiltà di replicare, vediamo se ti dai una regolata, altrimenti ti blocco, perchè dei TIFOSI IPOCRITI ne ho PIENE LE SCATOLE! Questo modo di ragionare infarcito di campanilismo becero è proprio una delle ragioni principali per le quali marchi come Lancia e Maserati si trovano ora nella merda. Per generazioni vi siete lasciati infinocchiare da giornalai prezzolati e dai loro padroni che hanno parassitato per anni e anni coi vostri soldi (in tutti i modi, statali e privati) facendo leva sul vostro pseudo-orgoglio da poveri illusi, e questi sono i risultati. Prima di incolpare i vari Agnelli e Romiti di turno fatevi un bell’esame di coscienza e TACETE!

              • Motorhaus

                11 titoli costruttori Lancia 1 internazionale. 8 titoli Citroen. Könz la matematica. Comunque a parte questo scivolone, per quanto mi riguarda, puoi bloccare o far quel che ti pare. Sono su questo sito per commentare auto non per fare la guerra delle tastiere con te. Evita inoltre di rivolgerti così, perché alla fine di auto stiam parlando… O sei voglioso di segnalazioni? Appurato ciò, ti ripeto, per me le auto tedesche, in linea di massima, sono ancora avanti, tranne contro Giulia che per quanto mi riguarda è migliore sotto la maggior parte degli aspetti. Ti sembra da tifoso? Boh non so, io da piccolino giocavo con le Bmw M1 procar. I tuoi giudizi e i miei gusti, son cose differenti e non penso tu abbia l’autorità per criticarli. Perché in fondo in fondo, detta sulla tua linea di linguaggio: chi cazzo sei tu? Ah quasi dimenticavo, io ho una Thesis, a detta dei più uno schifo di macchina. Beh sai che ti dico? Che in tutti questi anni, amici con Mercedes Bmw e Audi han cambiato scatola cambio,tutto l’apparato sospensivo (comprensivo di bracci).. E chi sa quali altre cose, io ho cambiato due volte i bracci anteriori, stop, ed è una signor macchina che a distanza di anni mantiene anche un suo fascino. Ma sai forse il problema non sono io, perché non son tifoso, forse il problema sei tu, che cerchi disperatamente di trovare appigli per criticare. Un anti-tifoso ecco.

                • ILKönz

                  Devo quotare cos’hai scritto prima?
                  Hai scritto chiaramente
                  “Lancia tutt’ora casa con più vittorie”
                  Ed ora cerchi di nuovo di svicolare parlandomi di titoli costruttori.

                  “Più vittorie” a casa mia significa chi ha vinto più tappe. E Citroen ne ha vinte di gran lunga più di Lancia. La matematica sì…
                  Sì, mi hai già parlato della tua Thesis… ed io ti ho già detto che le nostre esperienze personali sono soltanto una goccia nel mare.

                  Mi sembra comunque che almeno su una cosa siamo d’accordo: in casa Fiat, o FCA che dir si voglia, non sanno fare marketing, ed è un problema che si portano dietro da decenni.
                  Allo stato attuale delle cose io non vedo alcun miglioramento in tal senso, anzi… oppure sei davvero convinto che la Giulia venderà 100mila modelli l’anno perchè “è migliore di qualsiasi tedesca” giusto per parafrasare il Grande Manager?

                  • Motorhaus

                    Titolo costruttori nel dettaglio: vittoria del costruttore nel campionato. Lancia è un costruttore ed al costruttore vanno i titoli, quindi ovviamente, quando si parla di Lancia si parla di costruttore e di conseguenza titoli costruttore.. Il premio al quale fa riferimento! Dai Könz solo perché hai frainteso non significa che io voglia svicolare… Parlando di FCA più volte ci siamo trovati su questo pensiero, sì, il marketing ( settore in cui lavoro ) non mi sembra proprio il massimo. Poi può anche essere che stia sbagliando, sicuro sono cento spanne sopra di me, ma messi a confronto con altre case, fanno veramente una magra figura. I numeri di vendita di Giulia non te li posso dire, appunto perché mi occupo di marketing non cartomanzia, è un prodotto promettente, ma il marketing è l’anima del commercio, quindi che dire, spero che i numeri diano giustizia ad un prodotto che tecnicamente è stato sviluppato per primeggiare. Sui test svolti da quattroruote di agosto (alfa vs rivali) ne esce fuori un Alfa temibilissima, la preview lascia intendere una sua vittoria. Il mio sogno è comunque di vedere Bmw Alfa al vertice, case dalla storia immensa e stupenda. E che vinca il migliore

  • umberto

    il lecchino dei crucchi ha scritto la sua ulteriore cretinata….. la lancia era già morta, il suo idolo ne ha solo constatato la realtà…… ma il demente protettore dei truffatori di centraline continua a scrivere falsità!…..