Porsche, anche la ricarica delle elettriche è ora un gran lusso: mai visto nulla di simile

Ippolito V
Anche nel processo di ricarica delle auto elettriche Porsche si vota al lusso: non si era ancora vista una cosa del genere.
Porsche Charging Lounge

Se un lavoro deve essere fatto, allora è bene che sia eseguito a regola d’arte e, perché no, esclusivo. Il Volkswagen Group si sta attivando parecchio sul rifornimento delle auto elettriche, con l’arrivo in Italia della rete fast charge Ewiva. Mentre le prime unità sono già state installate lungo la nostra penisola, in partnership con Enel X, la Porsche ha in serbo qualcosa di più ambizioso. Lo si intuisce già dal nome, Charging Lounge. Entro la fine del decennio quattro esemplari su cinque commercializzati dalla Cavallina sarà a batteria, ragion per cui gli operatori hanno messo il piede sull’acceleratore. Una copertura su vasta scala delle infrastrutture consentirà di soddisfare l’affezionato bacino di pubblico, rimasto accanto all’azienda nella buona e nella cattiva sorte. Con un’esperienza di alto profilo, i clienti avranno l’opportunità di servirsi delle vaste competenze della compagnia.

Inaugurato il primo Porsche Charging Lounge: l’espansione nel 2024

Porsche Charging Lounge

Secondo quanto asseriscono i portavoce della Casa teutonica, la rete coinvolgerà le principali direttrici europee. Nel frattempo, l’inaugurazione della prima stazione ha avuto luogo negli scorsi giorni nei pressi di Bingen am Rhein, poco lontano da Francoforte, più di preciso lo svincolo autostradale A60/A61. Il complesso prevede sei colonnine di ricarica rapida da 300 kW in corrente continua e quattro in corrente alternata da 22 kW. È consentito l’accesso 24 ore su 24, sette giorni su sette, previa esposizione del Porsche ID o, in alternativa, della Charging Card o del codice QR assegnato dall’app MyPorsche. Ne consegue la possibilità di accedervi riservata esclusivamente ai clienti dell’azienda. Una politica diametralmente opposta, per esempio, ai Supercharger della Tesla, che ha da poco sottoscritto diversi accordi con compagnie sulla carta rivali, almeno in territorio nordamericano (Stati Uniti e Canada).

In fede alla reputazione, la lounge è curata nei minimi dettagli, con ampie superfici vetrate e le colonnine coperte da un tetto molto sottile, collegato all’edificio principale. La temperatura corretta degli interni è garantita da risorse non fossili. Inoltre, sono presenti una veloce connessione Wi-Fi, uno specchio evoluto dove eseguire esercizi fisici nell’attesa, un distributore ben rifornito di snack e bevande analcoliche, attrezzati servizi igienici. Le prossime Porsche Charging Lounge arriveranno durante il 2024 in Germania, Austria e Svizzera. Presto crescerà pure la potenza di ricarica fino a 400 kW. L’energia, proveniente da fonti rinnovabili certificata, viene erogata al prezzo di 33 centesimi ogni kilowattora.

Marca:    Argomento: 
Share to...