in ,

Decreto fiscale: Rc auto familiare, sarà un flop

Obiettivo: prezzi più bassi. Ma i prezzi saliranno, come ha già garantito l’Ania

Decreto fiscale 2020, nella manovra finanziaria: ci siamo quasi. Sulla questione, il Governo giallorosso si gioca la credibilità, quindi è molto probabile che il Parlamento dia l’ok. Fra i punti caldi, la Rc auto familiare. La legge Bersani del 2007 permette di ottenere, in occasione della stipula di una nuova polizza, la miglior classe di merito tra le polizze esistenti nel nucleo familiare. Se papà è in prima, il 18enne non entra nella costosissima classe 14, ma eredita la prima di papà.

Rc auto familiare: cosa cambia

La legge Bersani si applica tra veicoli della stessa tipologia: auto con auto. Moto con moto. La polizza familiare rivoluziona tutto: la miglior classe di merito si potrà ottenere anche tra veicoli diversi. Auto con moto. Moto con auto. E non solo in occasione della stipula di nuove polizze, pure in caso di rinnovo di coperture esistenti. Eccezione: non prima della scadenza.

Solo aumenti con la nuova Rc auto

La polizza familiare, però, porterà solo aumenti. I proclami entusiastici con cui è stata accolta la nuova Rca sono una vittoria di Pirro, ha detto l’Ania, l’Associazione nazionale fra le imprese assicuratrici. Infatti, il mercato è libero. Le compagnie sono libere di fare quel che vogliono. La legge Bersani è stata legalmente aggirata. Oggi un 18enne in classe 1 spende molto di più di un papà in classe 1: si penalizza chi eredita la classe, chi non  l’ha conquistata sul campo.

Mercato Rc auto, cosa accadrà

Questa disposizione, dice l’Ania, avrà conseguenze davvero distorsive per la sostenibilità del sistema assicurativo della Rc auto. A danno di tutti gli utenti. Il dato sugli incidenti causati da ciascun assicurato si azzera in fase di rinnovo. Impedendo di valorizzare le condotte di guida virtuose a scapito di quelle meno prudenti. La compartecipazione dell’assicurato al costo dell’operazione assicurativa in ragione del suo stile di guida e della sua sinistrosità costituisce prima garanzia per tutti i cittadini. Invece, la Rc auto familiare è contro la sicurezza stradale. Insomma, sarà un flop.

Legge Bersani, male originario

Già la legge Bersani del 2007 ha introdotto una serie di disposizioni in materia di clausole bonus malus. Hanno modificato profondamente la struttura e ne hanno sensibilmente ridotto l’efficacia come strumento di personalizzazione del contratto e di incentivazione della condotta virtuosa di guida. Ora, la Rc auto familiare peggiora le cose.