in

Motori per auto elettriche: due soluzioni innovative arrivano dal Texas

I motori elettrici tradizionali potrebbero presto essere sostituiti da queste due soluzioni innovative

Motore elettrico Linear Labs
Motore elettrico HET sviluppato da Linear Labs

Negli ultimi mesi abbiamo visto diverse aziende lavorare incessantemente per rendere i motori elettrici più compatti e leggeri. Esempi sono Infinitum Electric e Linear Labs (due società del Texas) che hanno realizzato dei propulsori davvero innovativi.

Infinitum Electric ha progettato un motore elettrico che verrà prodotto a partire dai prossimi mesi nel quale sono stati eliminati tutti gli avvolgimenti esterni in ferro e rame presenti nello statore. Questi sono stati sostituiti da un circuito stampato che li include direttamente.

Motore elettrico Infinitum Electric
A sinistra un motore elettrico tradizionale mentre a destra quello sviluppato da Infinitum Electric

Motori per auto elettriche: Infinitum Electric e Linear Labs svilluppano due soluzioni interessanti

L’utilizzo di questa soluzione ha permesso di ridurre le dimensioni dello stesso propulsore elettrico del 60% e dei componenti interni del 90%, oltre che del peso. Inoltre, è stato diminuito il rumore prodotto grazie al decremento dell’ondulazione di coppia.

Un altro plus presente nel motore elettrico sviluppato da Infinitum Electric è dedicato ai conduttori di rame che sono stati maggiormente isolati così da proteggerli dai guasti.

Motore elettrico Infinitum Electric

Lo statore a circuito stampato dà la possibilità di installare tutti i sensori sullo stesso pezzo a differenza di un motore elettrico attuale in cui le componenti devono essere installate separatamente. Infine, l’azienda con sede ad Austin sostiene che tale soluzione offre il 10% di efficacia in più rispetto ai propulsori attuali.

L’altra azienda, la Linear Labs, ha sviluppato nei propri laboratori il motore Hunstable Electric Turbin (HET) che promette di raddoppiare la coppia e triplicare la potenza. La struttura del particolare propulsore elettrico è molto semplice in quanto non dispone di differenziali, cambi di velocità (necessari per trasmettere la coppia motrice) e convertitori DC-DC (che si occupano di trasformare una sorgente di corrente continua da una tensione all’altra).

Tutte queste componenti sono complesse e soprattutto richiedono un certo spazio per essere implementate. Il motore di Linear Labs, invece, è costituito da quattro rotori anziché uno/due mentre lo statore è inglobato in un tunnel di coppia magnetica a quattro lati di cui ognuno ha la stessa polarità.

Motore elettrico Infinitum Electric

Secondo quanto affermato dalla società texana, tale soluzione adottata nel motore HET assicura che tutti i campi magnetici siano nella direzione del movimento. Ciò garantisce più coppia nei bassi regimi. L’incremento della coppia è stato possibile grazie all’ausilio di quattro rotori aggiuntivi e senza adottare ingranaggi troppo grandi.

Il rotore principale funziona all’interno dello statore e del tunnel magnetico mentre il secondo e il terzo sono collocati sullo stesso asse del primo ma disposti in maniera opposta l’uno dall’altro. Grazie a questa progettazione, il motore Hunstable Electric Turbine permette all’auto elettrica di pesare meno e di sfruttare un pacco batterie più piccolo.

Sembra che le notifiche siano off!