in

Auto elettriche e ibride: i disabili potranno sfruttare l’IVA agevolata al 4%

Confermata l’agevolazione anche per i veicoli a benzina e diesel fino a 2 e 2.8 litri, rispettivamente

Auto elettriche e ibride IVA

Nel 1972 è stata emanata una legge che prevede la possibilità di acquistare auto a benzina e diesel con cilindrate non superiori a 2000 e 2800 cc (rispettivamente) usufruendo dell’IVA agevolata al 4% da parte di tutte le persone con disabilità.

Naturalmente a quell’epoca non c’erano in circolazione auto elettriche ed ibride, quindi era necessaria una leggera modifica per adattare questa legge ai giorni nostri. Visto che i veicoli elettrificati e full electric sono presenti ormai da parecchi anni, il Governo ha deciso di intervenire per adeguare tale norma.

Auto elettriche e ibride IVA
Auto elettriche e ibride, l’approvazione è attesa entro e non oltre il 25 dicembre

Auto elettriche e ibride: le persone con disabilità potrebbero presto sfruttare l’agevolazione del 4%

In particolare, la commissione finanze della Camera dei Deputati ha approvato un po’ di giorni fa un emendamento al decreto fiscale che dà la possibilità alle persone disabili di acquistare auto elettriche ed ibride sfruttando delle agevolazioni.

Nel momento in cui il provvedimento diventerà legge (mossa prevista entro il 25 dicembre), i disabili potranno comperare una vettura completamente elettrica con potenza fino a 150 kW usufruendo dell’IVA agevolata al 4%.

La stessa legge ha confermato i limiti vigenti fino a poco tempo fa, ossia la possibilità di usufruire di quest’agevolazione acquistando una vettura benzina o ibrida a benzina fino a 2 litri di cilindrata oppure diesel o ibrida a gasolio fino a 2.8 litri.