in

Mattia Binotto ammette che la Ferrari è indietro sul ritmo di gara

Il capo del team Ferrari, Mattia Binotto, ammette che la squadra italiana è ancora indietro rispetto ai suoi rivali quando si tratta di ritmo di gara

Mattia Binotto

Il capo del team Ferrari, Mattia Binotto, ammette che la squadra italiana è ancora indietro rispetto ai suoi rivali quando si tratta di ritmo di gara, sostenendo che si sono concentrati più sulla velocità in curva che sulla velocità nei rettilinei al Gran Premio del Brasile. La Ferrari era in lizza per il podio di Interlagos prima che il contatto tra i piloti Sebastian Vettel e Charles Leclerc mettesse fine alla gara di entrambi. La forza della Ferrari in questa stagione è stata la sua velocità sui rettilinei, con Leclerc che ha conquistato le sue vittorie in Belgio e in Italia grazie al suo incredibile ritmo nei rettilinei. Tuttavia, il ritmo non era così evidente a San Paolo e Binotto afferma che questa è una scelta consapevole da parte della Ferrari.

Ha detto ad Autosport: “Ci manca ancora un po’ di passo in gara – non molto, ma certamente ciò che è necessario per assicurarci di rimanere in vantaggio. “Sebastian era terzo ed era più veloce di almeno una Mercedes e un’altra Red Bull. “Alla fine Charles dal 14 ° sarebbe salito sul podio, quindi penso che la gara sia stata certamente OK. “È la prima volta forse in cui siamo così vicini a loro sul ritmo di fara, dimostrando che come Ferrari ci stiamo muovendo in una direzione di assetto diversa, cercando maggiore vantaggio in curva.”

Ti potrebbe interessare: David Coulthard ritiene che Mattia Binotto possa risolvere i problemi della Ferrari

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento