in ,

Alfa Romeo: crescono le vendite in Europa ad ottobre ma il parziale annuo è ancora negativo

La casa italiana cresce del +11.4%

Si chiude in positivo il mese di ottobre 2019 per il marchio Alfa Romeo in Europa. Dopo numerosi mesi di calo costante, infatti, il brand ha registrato un’inversione di tendenza a settembre, con consegne in crescita del +26%, confermata oggi dall’arrivo di risultati positivi anche per il mese di ottobre terminato da un paio di settimane.

Come confermano i dati ufficiali, infatti, Alfa Romeo ha venduto 4.267 unità in Europa (UE + Efta) nel corso del mese di ottobre appena terminato registrando un leggero passo in avanti rispetto alle 3.830 unità vendute dell’ottobre dello scorso anno. La crescita percentuale, nel confronto tra i dati del 2019 e i dati del 2018, è pari al +11.4%. La quota di mercato arriva sino allo 0.4%.

Da segnalare che il mercato italiano, dove Alfa Romeo ha venduto circa 1900 unità ad ottobre, copre il 44% delle vendite. Ricordiamo, inoltre, che Alfa Romeo ha ottenuto buoni risultati in diversi mercati europei nel corso del mese di ottobre a partire dalla Germania, dove sono state vendute 468 unità (più del 10% del totale venduto in Europa) con una crescita del +71%. Risultati positivi arrivano anche dalla Francia (332 unità vendute e +35%) e dalla Spagna (345 unità vedute e +45%) ad ottobre.

Nonostante il passo in avanti registrato rispetto al mese di ottobre dello scorso anno, bisogna evidenziare come Alfa Romeo sia ancora nettamente indietro rispetto ai risultati del 2017. Nell’ottobre di due anni fa, infatti, la casa italiana superò ampiamente quota 6 mila unità vendute.

Alfa Romeo: dopo 10 mesi di 2019 le vendite calano del 39%

Dopo i buoni dati di settembre ed ottobre, il parziale annuo di Alfa Romeo continua ad essere negativo, anche se in misura minore rispetto ai dati dei mesi scorsi. Dopo 10 mesi di 2019, infatti, il marchio ha venduto circa 45 mila unità in tutta Europa registrando un calo del 39% rispetto ai risultati dello stesso periodo dello scorso anno quando il totale di unità vendute sfiorò quota 75 mila. La quota di mercato è dello 0.3%.

Il mercato italiano, con oltre 21 mila unità vendute, vale circa il 46% del totale delle vendite di Alfa Romeo in Europa. Il secondo mercato europeo di Alfa Romeo è ora la Germania, con 3450 unità vendute ed un calo del 29.6% rispetto allo scorso anno, seguita dalla Spagna, dove il marchio italiano ha totalizzato 3.336 unità vendute dopo 10 mesi di 2019 registrando un calo del 20%.

Seguendo l’andamento degli ultimi mesi, il 2019 per Alfa Romeo in Europa si chiuderà in modo nettamente negativo e l’effetto del calo di vendite del marchio si ripercuote sullo stabilimento di Cassino che, come confermato la scorsa settimana, ha raggiunto i 100 giorni di cassa integrazione nel 2019 con continui stop per la produzione di Giulia, Stelvio e Giulietta.

La casa italiana dovrebbe chiudere il 2019 con meno di 56 mila unità vendute facendo quindi registrare un risultato inferiore rispetto a quello del 2015, l’anno che ha preceduto il tentativo di rilancio del marchio ed in cui Alfa Romeo fece registrare il minimo delle vendite in Europa nella sua storia recente a causa dell’inizio del calo drastico delle vendite della MiTo.

Ricordiamo che per i prossimi mesi Alfa Romeo non ha novità sostanziali da presentare. In cantiere dovrebbero esserci i Model Year 2020 di Giulia e Stelvio, già svelati in Cina, che potranno rinnovare leggermente i due modelli ma che arriveranno sul mercato solo ad inizio del prossimo anno. Il rilancio delle vendite della casa italiana dovrebbe partire solo nel 2021 con l’arrivo del Tonale che sarà però accompagnato dall’uscita di scena della Giulietta.