in

Veicoli commerciali: le vendite crescono del 3,9% ad ottobre 2019

Le immatricolazioni dei veicoli commerciali aumentano ad ottobre 2019 rispetto allo stesso mese del 2018

Veicoli commerciali vendite ottobre 2019

L’UNRAE (l’associazione delle case automobilistiche estere) ha condiviso nelle scorse ore dei dati molto interessanti che riguardano le immatricolazioni dei veicoli commerciali registrate ad ottobre 2019.

In particolare, il mese scorso si è chiuso con 17.577 esemplari registrati, ossia il 3,9% in più rispetto ad ottobre 2018. Questa differenza, secondo l’UNRAE, si è registrata a causa del pessimo risultato ottenuto ad ottobre dello scorso anno dai veicoli da lavoro le cui immatricolazioni hanno subito un calo del 18%.

Veicoli commerciali vendite ottobre 2019
Veicoli commerciali, il trend di crescita ha subito un rallentamento

Veicoli commerciali: oltre 17.000 esemplari immatricolati durante l’intero mese scorso

Secondo quanto diffuso dal Centro studi e statistiche dell’associazione, le vendite degli autocarri fino a 3,5 tonnellate sono aumentate nei primi 10 mesi del 2019, anche se il trend ha registrato una crescita più lenta. In particolare, nel periodo gennaio-ottobre sono state vendute 152.486 unità rispetto alle 142.849 dello stesso mese ma del 2018 (+6,7%).

In merito a ciò, Michele Crisci, presidente dell’UNRAE, ha detto: “Per l’intero il nostro Centro Studi e Statistiche stima che il mercato dei veicoli commerciali chiuda in rialzo di circa l’8%, dopo la diminuzione del 6,4% nel 2018“.

Veicoli commerciali vendite ottobre 2019

Il presidente prosegue affermando: “Con l’occasionale sostegno dal Superammortamento la domanda continua a oscillare da alcuni anni su volumi decisamente inferiori ai livelli pre-crisi, e soprattutto insufficienti ad assicurare un adeguato rinnovo del parco circolante, per quasi la metà obsoleto e pericoloso sia per la salute sia per l’ambiente”.

Crisci ha concluso dicendo: “Con l’approssimarsi di fine anno l’Unrae torna a chiedere di rendere strutturale la misura, che, in un quadro normativo più certo, favorirebbe un pianificato e accelerato svecchiamento del parco di veicoli commerciali“.