in ,

Vendite Auto Elettriche in Europa: la questione meridionale

Un Vecchio Continente a due velocità in materia di auto elettriche e ibride

auto elettrica vendite europa sud

La questione meridionale che per secoli ha interessato l’Italia, con riferimento all’arretratezza economica del Sud rispetto al Nord, diventa europea: secondo i dati dell’Acea (Associazione Case automobilistiche del Vecchio Continente), l’Europa è spaccata in due in fatto di auto elettrificata. Da una parte il Settentrione europeo, dove le vendite delle vetture a batteria e ibride vanno a gonfie vele; dall’altra il Meridione, dove le macchine a corrente e a doppio motore (termico più a pila) stentano a decollare. Ma vediamo meglio perché preoccupa la situazione dell’auto elettrificata in Europa, con la sua questione meridionale.

Scarica il report dell’ ACEA 2019

L’allarme di Eric-Mark Huitema, direttore dell’Acea

Stando all’Associazione continentale dei costruttori automobilistici, le immatricolazioni di auto elettriche sono sì in aumento, ma con distribuzione disomogenea. Prevalgono di gran lunga i Paesi nord-occidentali. “Nonostante in Europa la quantità dei veicoli a basse emissioni stia crescendo, c’è molta differenza tra aree geografiche“, ha lanciato l’allarme Eric-Mark Huitema, direttore generale dell’Acea. Queste discrepanze regionali a livello di vendite di auto elettrificate sono estremamente preoccupanti. Secondo Huitema, se davvero si vuole accelerare il passaggio a una mobilità sostenibile, occorre assicurarsi che nessuno Stato e nessun cittadino venga lasciato indietro in questo percorso.

I numeri delle auto elettrificate

Spesso si fa confusione nei numeri, parlando di auto elettriche mentre in realtà si prende spunto dalle vendite delle auto elettrificate. L’Acea ci tiene a essere chiara e fa riferimento alle Ecv: Electrically Chargeable Vehicles, le vetture totalmente elettriche sommate alle ibride plug-in (le ricaricabili, tipo uno smartphone alla presa di corrente). Lo share (quota di mercato) delle vendite totali delle elettrificate è salito del 2% nel 2017 rispetto all’anno precedente. Mentre la quota delle ibride non ricaricabili (full e mild hybrid) è schizzato in alto del 3,8%. Ma sentite che differenza: ci 67.504 Ecv vendute in Germania nel 2018, contro le 93 della Lettonia.

market-share-auto-elettriche-europa

Auto elettrificate, una classifica imbarazzante

Auto elettrificata in Europa: stravince la Germania (anche sull’onda del dieselgate), seguita da Regno Unito (59.911 auto) e Francia (45.587). Staccate Olanda (29.695) e Svezia (28.327). Male la Lettonia, idem l’Estonia (118), la Lituania (143), la Bulgaria (220) e la Slovacchia (293). In fatto di fette di mercato, la Svezia è all’8%, contro lo 0,2% della Polonia. 

Diffusione auto elettrica: dipende anche dal reddito

Fa effetto un dato. Tutti i Paesi che presentano una fetta di mercato di elettrificate inferiore all’1% hanno un Prodotto interno lordo pro capite al di sotto della soglia dei 29.000 euro. Invece, se elettrificate hanno uno share maggiore del 3,5%, il Prodotto interno lordo pro capite è superiore ai 42.000 euro. 

vendite_veicoli_elettrici_europa_nazioni

Italia: questione auto elettrica

E in Italia? Il problema riguarda solo le auto elettriche al 100%. Per citare un dato, erano 6453 le autovetture elettriche immatricolate in Italia da gennaio ad agosto del 2019, in crescita del 109% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno: lo 0,5% del mercato totale. Pochissimo. È un fenomeno di nicchia, che riguarda prevalentemente i privati (il 41% degli acquisti) e il noleggio a lungo termine (30,7% del totale): le compagnie di noleggio danno poi le auto elettriche in affitto alle aziende per un periodo da un anno a cinque anni, con una media di quattro anni. Dal punto di vista geografico, fa notare l’Unrae (Unione Case estere in Italia), tre quarti degli acquisti di vetture elettriche si concentrano nel Nord del Paese, mentre la città di Roma rimane al primo posto per numero di immatricolazioni.

dati emissioni nuove auto vendita europa

Limitatamente all’auto elettrica, si può parlare di questione meridionale anche in Italia. Il boom dell’auto elettrica da gennaio a settembre 2019 (oltre 10.000, e +156%) apre nuovi scenari, seppure si parli di numeri molto piccoli: da noi, da gennaio a settembre, si sono vendute 1.467.668 auto, in discesa dell’1,6% sul 2018, più o meno come in Europa. Pertanto, 10.000 elettriche ogni milione e mezzo di auto totali: la strada per la vera scossa è lunga.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento