in

Batterie per auto elettriche: l’Europa è pronta a togliere il predominio all’Asia

Anche diverse società italiane si sono attivate per partecipare al settore delle batterie

Betterie per auto elettriche Europa

L’assemblea generale di Batteries Europe si è riunita nei giorni scorsi con lo scopo di creare una filiera delle batterie per mettere in difficoltà il predominio dell’Asia in questo settore. Per chi non lo sapesse, Batteries Europe è un’iniziativa lanciata nel 2017 dalla Battery Alliance UE che ha l’obiettivo di far collaborare i paesi membri nel settore delle batterie per lo sviluppo industriale dei prossimi anni.

L’assemblea ha visto la partecipazione di circa 200 aziende, enti di ricerca e rappresentanti degli Stati membri dell’Unione Europea. Ditte Juul Jørgensen, direttrice generale Energia della Commissione UE, ha sottolineato l’importanza di Batteries Europe nel valorizzare l’intera catena del valore delle batterie.

Betterie per auto elettriche Europa
Betterie per auto elettriche, circa 200 aziende coinvolte nel progetto Batteries Europe

Batterie per auto elettriche ed ibride: l’Unione Europea giocherà presto un ruolo importante nell’industria

L’iniziativa permetterà di creare una struttura di base per stipulare accordi all’interno dell’Europa e inoltre consentirà a industrie e governi di effettuare investimenti nel settore. L’obiettivo principale di Batteries Europe è quello di promuovere la cooperazione e sviluppare azioni coordinate fra i continenti e le singole aziende.

Inoltre, tale mossa rappresenta una soluzione per combattere il predominio asiatico e in particolare quello della Cina. Germania e Francia hanno iniziato la loro “battaglia” nella primavera scorsa con il lancio di un programma di investimenti di 5/6 miliardi di euro tra pubblico e privato. Assieme a Berlino e Parigi si è aggiunta successivamente anche la Polonia.

Betterie per auto elettriche Europa

Anche l’Italia ha dimostrato di essere interessata a questo progetto con alcune società italiane che si sono attivate sul fronte dei Progetti importanti di comune interesse europeo (Ipcei). Fiat Chrysler Automobiles ha annunciato negli scorsi giorni il nuovo Battery Hub a Mirafiori e inoltre partecipa al progetto europeo 3beLiEVe tramite il suo Centro Ricerche Fiat per creare batterie al litio di terza generazione, con sistemi di monitoraggio integrati, per veicoli elettrici ed ibridi.

La Commissione europea ha spiegato già un po’ di tempo fa che l’Europa avrà bisogno di almeno 10-20 gigafactory per accrescere la sua presenza nell’industria delle batterie. Queste permetteranno di portare sul mercato svariati milioni di posti di lavoro per le persone.

L’assemblea generale di Batteries Europe, infine, ha eletto il suo consiglio direttivo per il periodo 2019-2020 che sarà presieduto da Micheal Lippert di Saft, Paolo Cerruti di NorthVolt e Tobias Lösche-ter Horst di Volkswagen.