in

1000 Miglia 2020: all’edizione di quest’anno parteciperanno 400 auto

Gli organizzatori vogliono assicurare maggior qualità e sicurezza ai partecipanti di quest’anno

1000 Miglia 2020

Nelle scorse ore è stata presentata l’edizione 2020 della 1000 Miglia, la rievocazione storica della corsa disputata dal 1927 al 1957 che ha lo scopo di radunare il meglio delle auto sportive da collezione costruite durante i 30 anni della competizione.

La 38ª edizione della 1000 Miglia partirà ufficialmente il 13 maggio 2020 dalla Leonessa d’Italia e terminerà sempre in questa location sabato 16 maggio. Alla partenza della gara ci saranno ben 400 vetture, 30 in meno rispetto all’edizione dello scorso anno.

1000 Miglia 2020

1000 Miglia: l’edizione 2020 partirà ufficialmente il 13 maggio a Brescia

In merito a ciò, gli organizzatori hanno spiegato che vogliono garantire maggior sicurezza e qualità dei servizi agli equipaggi in gara anziché strafare. Le storiche vetture verranno selezionate da un’apposita commissione fra quelle registrate sul sito Registro 1000 Miglia entro la data di chiusura delle iscrizioni che dovrà essere effettuata, come sempre, sul portale degli organizzatori.

Proprio come ogni anno, la gara sarà anticipata da oltre 100 vetture moderne che faranno da tributo. L’edizione di quest’anno, però, porterà con sé una novità molto importante: la Freccia Rossa non valicherà l’Appennino attraverso il Passo della Futa ma si sposterà in Versilia e transiterà sul Passo della Cisa per poi arrivare a Parma.

1000 Miglia 2020
1000 Miglia 2020, il percorso completo della 38ª edizione

Il 13 maggio, la 400 auto d’epoca della 1000 Miglia 2020 attraverseranno Desenzano e Sirmione partendo da Brescia. Successivamente, esse passeranno da Villafranca di Verona, Mantova, Ferrara e Ravenna e concluderanno la prima giornata a Cervia-Milano Marittima.

Il 14 maggio si terrà la seconda tappa con partenza da Cesenatico. Tutte le auto si dirigeranno verso Urbino, Fabriano, Macerata, Fermo e Ascoli Piceno. Da Rieti, i veicoli arriveranno a Roma dove si concluderà la seconda data in via Veneto.

1000 Miglia 2020

Il 15 maggio, il terzo giorno della 1000 Miglia, vedrà le vetture attraversare Ronciglione, Radicofani, Viterbo e Castiglione d’Orcia per tornare poi in Piazza del Campo a Siena. Risalendo da Lucca, le vetture lasceranno la Toscana attraversando il Passo della Cisa. Le vetture faranno tappa a Parma.

Il 16 maggio, la quarta ed ultima giornata della rievocazione storica, vedrà le vetture passare da Salsomaggiore Terme, Castell’Arquato (Piacenza), Cernusco sul Naviglio e Bergamo. La 38ª edizione della 1000 Miglia si concluderà a Brescia in viale Venezia.

1000 Miglia 2020

Franco Gussalli Beretta, presidente di 1000 Miglia Srl, ha detto: “L’edizione della 1000 Miglia 2020 sarà ricca di novità e certamente non tradirà quel sentimento di meraviglia e profonda emozione che gli italiani da sempre riservano ai gioielli in gara e a chi ha la capacità di condurli. Abbiamo deciso di abbassare ulteriormente il numero delle auto in corsa così da garantire maggiore sicurezza, esclusività e aumento della qualità dei servizi offerti ai partecipanti”.

Beretta prosegue dicendo: “Poiché negli anni è aumentata la necessità di trasparenza e garanzia di storicità delle vetture iscritte a una manifestazione di portata globale come 1000 Miglia, abbiamo deciso di accettare le domande di iscrizione delle auto che abbiano completato, entro la data di chiusura delle iscrizioni, l’inserimento nel Registro 1000 Miglia dove sono censite e certificate le vetture protagoniste delle 24 edizioni disputate dal 1927 al 1957“.

Al momento della pubblicazione di questo articolo, le registrazioni presentate sono 630 circa. Infine, Aldo Bonomi, presidente di ACI Brescia, ha dichiarato che è stato avviato un processo di candidatura che permetterà di iscrivere la Freccia Rossa al patrimonio immateriale dell’Unesco.

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento