in

Area B Milano: dal 1 ottobre scatta il divieto per i diesel Euro 4

L’amministrazione di Milano ha programmato altri blocchi previsti per i prossimi anni

Area B Milano

Dopo aver acceso le telecamere e stoppato i veicoli a benzina Euro 0 e quelli diesel fino a Euro 3, il comune di Milano ha deciso di ampliare i divieti nell’Area B. A partire dal 1 ottobre, infatti, non potranno più circolare nella zona a traffico limitato i veicoli con motore diesel Euro 4 senza FAP e con FAP senza valore nel campo V5 indicato sul libretto oppure se superiore a 0,0045 g/km.

La ZTL presente a Milano, che copre il 72% dell’intero comune, è attiva tutti i giorni feriali dal lunedì al venerdì dalle 07:30 alle 19:30. Qui non possono transitare le auto a benzina di tipo Euro 0 e quelle diesel da Euro 0 a Euro 3.

Area B Milano
Area B, il comune di Milano amplia il blocco alle Euro 4 diesel

Area B: le auto diesel Euro 4 non potranno più transitare da ottobre

Per tutti i trasgressori è prevista una multa che va da 84 euro a 335 euro. Tuttavia, fino al 24 febbraio 2020, è possibile usufruire dei 50 bonus d’ingresso giornalieri per poter accedere nell’Area B senza essere sanzionati.

Dal 25 febbraio al 30 settembre 2020, i residenti del capoluogo lombardo avranno altri 25 giorni di libero accesso mentre per i non altri 5 giorni. L’amministrazione comunale di Milano ha programmato altri divieti che entreranno in vigore nei prossimi anni e fino ad ottobre 2030.

Dal 1 ottobre 2020 non potranno più circolare i veicoli a benzina di tipo Euro 1 mentre nel 2022 ci sarà lo stop per le classi Euro 2 a benzina ed Euro 5 diesel. Il 2025 sarà la fine delle auto benzina Euro 3 e di quelle a gasolio Euro 6 acquistate dopo il 31 dicembre 2018.

Dal 1 ottobre 2028, l’Area B di Milano sarà inaccessibile alle benzina Euro 4 e alle diesel Euro 6 A-B-C comperate prima del 31 dicembre 2018. Infine, le auto diesel Euro 6d Temp-D non potranno più accedere alla ZTL a partire dal 1 ottobre 2030.

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento