in

IBM: il 48% dei consumatori non pensa più al brand

Il mercato dell’automotive sta cambiando profondamente

Mercato auto

IBM ha condotto uno studio sull’industria automobilistica il quale ha svelato diversi cambiamenti davvero interessanti. Il 48% dei consumatori intervistati ha rivelato che il marchio e il servizio di assistenza non sono molto importanti durante l’acquisto di un nuovo veicolo. Al contrario, il prezzo e i servizi contano parecchio.

Con quest’analisi, IBM afferma che entro 10 anni i consumatori daranno priorità più all’utilizzo della vettura che al possesso vero e proprio. Lo studio, intitolato Automotive 2030: Racing toward a digital future, evidenzia la scarsa attenzione ai marchi poiché oggi un utente, che vuole acquistare una nuova vettura, non guarda più il brand e il lato assistenza offerto ma più al prezzo di vendita e ai costi per il mantenimento (es. manutenzione).

Mercato auto
Mercato auto, il simbolo dei brand presto non verrà preso più in considerazione

IBM: i consumatori baderanno più a prezzo e servizi durante l’acquisto di una nuova auto

Ad oggi, l’auto rappresenta una sorta di status symbol per una persona in quanto restituisce un senso di appartenenza a un marchio piuttosto che a un altro. Tuttavia, IBM riporta nel suo studio che presto questa cosa “passerà di moda”. La priorità sarà il modo di fidelizzare i consumatori proponendo servizi, dispositivi e soluzioni di personalizzazione dell’esperienza di guida.

Ben Stanley di IBM afferma: “Nel prossimo decennio, man mano che le auto si evolveranno in macchine in rete governate dal software, il concetto di marchio automobilistico dovrà affrontare una rivoluzione che vedrà emergere come prioritaria l’esperienza digitale dell’utente all’interno del veicolo rispetto alle caratteristiche di guida”.

L’analisi Automotive 2030: Racing toward a digital future ha visto la partecipazione anche di 1500 manager del settore automotive tramite interviste: da ciò è emerso che i responsabili sono consapevoli di questa cosa. Il problema principale delle case automobilistiche è che solo il 18% di esse dispone della giusta attrezzatura per lavorare sui dati digitali. Infine, IBM afferma che sono necessari 33 miliardi di euro circa per potersi adeguare correttamente al mercato del futuro.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento