in

Auto elettriche: sono necessari più stazioni di ricarica ed incentivi

Auto elettriche stazioni di ricarica

Al Salone di Francoforte 2019, ACEA (European Automobile Manufacturers’ Association) ha presentato un report dedicato alla mobilità elettrica europea che prevede diversi punti importanti per permettere lo sviluppo della mobilità sostenibile.

In particolare, il report afferma che l’UE dovrebbe ampliare la rete di colonnine di ricarica e la politica dovrebbe essere condivisa fra tutti gli stati appartenenti. In questo modo, secondo ACEA, le persone potranno essere spinti verso la mobilità a zero emissioni.

Auto elettriche stazioni di ricarica
Fiat 500e

Auto elettriche: in Italia ci sono solo 3562 colonnine di ricarica

Le varie case automobilistiche riportano che, purtroppo, le stazioni di ricarica disponibili sono ancora pochissime. Ad oggi, si possono contare 144.000 infrastrutture. Bisogna considerare inoltre che, entro il 2030, la Commissione Europea ha stimato la presenza di 2.8 milioni di colonnine di ricarica.

In poche parole, quelle disponibili ad oggi sono ancora insufficienti per arrivare al numero stimato dalla Commissione UE. Per raggiungere tale obiettivo, sarebbe necessario aumentare di 20 volte il numero delle stazioni di ricarica per poter assicurare il pieno di energia fino ai prossimi 10 anni.

Auto elettriche stazioni di ricarica

La diffusione delle infrastrutture di ricarica, inoltre, non è estesa. Basti pensare che solo il 27% di tutte le stazioni si trovano in Olanda (37.037), Germania (27.459), Francia (24.858) e Regno Unito (19.076). Nel nostro Bel Paese, invece, sono presenti appena 3562 stazioni che rappresentano lo 0,5% del totale.

Complessivamente, la maggior parte degli stati europei dispone di meno di una colonnina di ricarica ogni 100 km. La mancanza di infrastrutture ovviamente si riflette anche sulle vendite della auto elettriche. Ad esempio, nel 2018, solo il 2% dei veicoli venduti erano a zero emissioni, anche se si è registrata una crescita dell’1,4% rispetto al 2014. Inoltre, bisogna considerare che i prezzi elevati e il reddito pro capite non aiutano affatto la diffusione di questi mezzi.

Carlos Tavares
Carlos Tavares, CEO di PSA e presidente di ACEA

Herbert Diess, amministratore delegato del Gruppo Volkswagen, ha detto che i paesi dovrebbero agevole gli utenti in fase di acquisto di una nuova vettura 100% elettrica applicando dei forti sconti. Solo in questo modo si passerà rapidamente alle auto elettriche.

Carlos Tavares, CEO di PSA e presidente di ACEA, ha dichiarato: “Il nostro settore è impaziente di spostarsi il più rapidamente possibile verso la mobilità a emissioni zero. Ma questa transizione è una responsabilità condivisa. Richiede un approccio a 360 gradi. Da parte nostra, c’è un’offerta sempre più crescente di auto a propulsione alternativa. Parallelamente, i governi di tutta l’UE devono adeguarsi al ritmo crescente con cui lanciamo le auto a zero e a basse emissioni intensificando notevolmente gli investimenti in infrastrutture. Inoltre, devono anche attuare incentivi all’acquisto sostenibili e coerenti in tutta l’UE”.