in

Ferrari continuerà con il breve ciclo di vita delle sue supercar

Dieter Knechtel riporta che il cavallino rampante vuole diversificare la sua gamma con nuovi modelli

Ferrari F8 Tributo dal vivo

Ferrari ha rivelato nelle scorse ore che continuerà con la sua rapida inversione di tendenza dei nuovi modelli con l’obiettivo di accrescere il coinvolgimento dei suoi clienti. Negli ultimi anni, la casa automobilistica italiana ha accelerato il ciclo di vita delle sue auto.

Ad esempio, la Ferrari F8 Tributo è stata presentata appena 4 anni dopo la 488 GTB, che come ben sapete ha lo scopo di sostituirla. Dieter Knechtel, amministratore delegato di Ferrari Middle East, ha detto a Motoring, in occasione del lancio ufficiale della F8 Tributo in Australia, che in realtà non è così.

Ferrari F8 Tributo
Ferrari F8 Tributo

Ferrari: Maranello vuole cogliere le opportunità presenti sul mercato

Il dirigente ha dichiarato: “Adoriamo i nostri concorrenti e pensiamo che la concorrenza sia sempre salutare. È buona per tutti. Stiamo osservando cosa stanno facendo le altre aziende del settore, ma questo non è il motivo per un cambio di modello più rapido. Vogliamo cogliere le opportunità sul mercato se ne abbiamo la possibilità”.

Knechtel ha continuato dicendo: “Stiamo diversificando la gamma di modelli in aree in cui non eravamo mai stati in passato. Da questo, abbiamo annunciato un piano industriale che ci porterà fino al 2022. C’è un motivo dietro tutto questo. Crediamo di poter coinvolgere e attrarre più persone verso il brand, nuove persone verso il marchio”.

Ferrari F8 Tributo configuratore online

Ad esempio, McLaren è un altro brand automobilistico che recentemente ha deciso di velocizzare il ciclo di vita delle sue vetture. La 720S è arrivata 3 anni dopo la 650S, anche se quest’ultima è considerata più una MP4-12C completamente rivista.

Vi ricordiamo che la Ferrari F8 Tributo nasconde sotto il cofano lo stesso motore biturbo da 3.9 litri della 488 Pista ed eroga una potenza di 720 CV e 770 nm di coppia massima. Grazie a questi dati, la supercar è capace di scattare da 0 a 100 km/h in 2,9 secondi e da 0 a 200 km/h in 7,8 secondi mentre la velocità massima raggiunta è pari a 340 km/h.