in

Auto elettriche: quanto può costare la sostituzione delle batterie?

Il costo elevato delle batterie potrebbe scoraggiare l’acquisto di un EV

Nissan Leaf
Nissan Leaf

La batteria resta l’elemento più costoso presente a bordo delle auto elettriche. Basti pensare che il costo potrebbe addirittura rappresentare il 50% circa del prezzo finale. 

Proprio questo fattore potrebbe far cambiare idea a un potenziale acquirente, aggiungendo anche il problema della poca autonomia e dei tempi di ricarica non sicuramente rapidi. 

Auto elettriche piattaforma

Auto elettriche: dovremo attendere ancora qualche anno per scoprire i reali costi

Le case automobilistiche offrono delle solide garanzie sui pack che arrivano almeno a 8 anni e con chilometraggi variabili a seconda del modello. Le garanzie offerte dai vari produttori coprono malfunzionamenti, guasti, anomalie e livello di efficienza energetica. Quest’ultimo, in particolare, non deve scendere al di sotto del 70%. Sotto questa soglia, infatti, la batteria non è da considerarsi più adeguata. 

La durata effettiva di una batteria, però, si misura in base ai cicli di ricarica effettuati e quindi all’utilizzo. Se si usa poco l’auto elettrica, sicuramente gli 8 anni di garanzia verrebbero oltrepassati. Al contrario, se si utilizza spesso la vettura full electric, allora la garanzia potrebbe decadere. 

Auto elettriche piattaforma

Proprio sui veicoli a motore termico, però, anche l’auto elettrica deve essere sottoposta a tagliandi di controllo per effettuare delle verifiche periodiche sulle batterie, sul sistema di ricarica e sul sistema di raffreddamento.

Una volta scaduta la garanzia, potrebbe capitare di dover sostituire la vecchia batteria con una nuova e quindi più efficiente. E qui che può arrivare la batosta. I pacchi batterie, infatti, costano diverse migliaia di euro.

Auto elettriche piattaforma

Tali somme potrebbero addirittura portare alla sostituzione completa del veicolo, soprattutto se parliamo di un modello premium in cui i pacchi costano di più rispetto a quelli di un modello di fascia bassa. 

Per fortuna, però, una batteria è composta da varie singole celle. Ciò significa che il servizio di assistenza della casa madre può intervenire su quelle difettose tramite la sostituzione. Tale operazione potrebbe portare ad un risparmio. Tuttavia, è necessario prendere in considerazione la manodopera che, nel caso di sostituzione di una singola cella, richiede molto più tempo rispetto al cambio di una batteria completa. 

Mercedes EQC
Mercedes EQC

Nissan è tra le poche aziende ad offrire assistenza dal costo contenuto

Tutte le auto elettriche presenti in questo momento sul mercato sono ancora coperte dalla garanzia ufficiale della casa automobilistica, quindi ancora non c’è nessun caso di una persona che abbia cambiato la batteria a spese sue. Dovremo attendere ancora qualche anno per scoprirlo. 

Come anticipato poco fa, la manodopera potrebbe costare parecchio nel caso di sostituzione di un pacco batterie. Questo perché le piattaforme su cui si basano le vetture full electric attuali sono derivate da quelle tradizionali, quindi non appositamente studiate per loro. 

Smart EQ ForTwo
Smart EQ ForTwo

Ciò vuol dire che l’intervento su alcune parti potrebbe risultare parecchio difficile. Dunque, questo porta a un lavoro più lungo e quindi più costoso. Un altro aspetto da tenere in considerazione riguarda l’ammortamento degli investimenti relativi allo sviluppo delle batterie da parte di un marchio automobilistico. 

Proprio questo ammortamento incide sul costo delle unità che portano addirittura a far costare meno quelle di grandi dimensioni. Ad esempio, Nissan, presente nel settore delle auto elettriche da oltre 10 anni, ora riesce ad offrire dei servizi di sostituzione delle batterie a prezzi più ragionevoli rispetto, per esempio, a Smart o a Mercedes che sono arrivate da poco. Ciò è stato reso possibile grazie all’ammortizzazione dei costi legati allo sviluppo e alla ricarica.