in

Alfa Romeo ES 30: compie 30 anni la sportiva sperimentale

Design leggero e aerodinamica attiva erano i vantaggi di questo interessante modello

Alfa Romeo ES 30

La mitica Alfa Romeo ES 30 (Experimental Sportscar 3.0 litres) compie 30 anni. La vettura ha alla sue spalle una storia davvero particolare, caratterizzata da eccellenza tecnologica. L’auto nacque come un modello di test per mostrare a tutti l’utilità e l’efficienza di alcuni sistemi di progettazione (come il CAD-CAM) e i vantaggi dell’aerodinamica attiva e del design leggero.

L’Alfa Romeo ES 30, poi diventata SZ (Sport Zagato), fu realizzata da Stefano Iacoponi che allora ricopriva il ruolo di responsabile di progettazione delle vetture Alfa Romeo e Lancia. L’auto venne mostrata in anteprima durante una conferenza stampa al Salone di Ginevra del 1989.

Alfa Romeo ES 30

Alfa Romeo ES 30: una vettura piena di tecnologia per quei tempi

La realizzazione della Alfa Romeo ES 30 richiese appena 18 mesi, un tempo record per quell’epoca. Il progetto venne creato grazie all’esperienza fatta con le Alfa Romeo 75, Ferrari 408 e Lancia Delta ECV.

Il veicolo della casa automobilistica di Arese proponeva trazione posteriore e motore anteriore, lo schema tradizionale adottato dal Biscione. L’unica differenza stava nel posizionamento al retrotreno del gruppo cambio-frizione che venne perfezionato grazie a una distribuzione ottimale dei pesi.

Alfa Romeo ES 30

Oltre allo schema, l’Alfa Romeo ES 30 proponeva una carrozzeria parecchio leggera in quanto fu costruita utilizzando del materiale composito messo a disposizione dalla IdC di Beppe Bizzarrini, figlio di Giotto.

Per quanto riguarda il motore, l’Alfa Romeo Experimental Sportscar 3.0 disponeva di un propulsore V6 benzina da 3 litri realizzato da Busso con potenza di 210 CV e 245 nm di coppia massima, abbinato a un telaio Alfa 75 accorciato.

Alfa Romeo ES 30
Alfa Romeo ES 30, ecco com’era la versione cabriolet chiamata RZ

Tale propulsore, preso in prestito dalla 75 Quadrifoglio Verde, consentiva alla ES 30 di scattare da 0 a 100 km/h in 7 secondi e di raggiungere una velocità massima di 245 km/h. L’auto venne costruita tra il 1989 e il 1991 dallo storico marchio milanese in collaborazione con Zagato presso lo stabilimento di Terrazzano di Rho in appena 1036 esemplari.

Venne proposta anche una versione cabrio chiamata Alfa Romeo RZ. Oggi l’Alfa Romeo ES 30/SZ è una delle auto del Biscione più ricercate dai collezionisti per via delle sue caratteristiche dinamiche.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento