in ,

FCA: primo trimestre negativo negli USA a causa del calo delle consegne a marzo (-7%)

Pesa il calo di vendite di Jeep

fca vendite usa

Nei giorni scorsi, alcuni analisti avevano previsto un calo di vendite di FCA negli USA. I dati ufficiali, arrivati in queste ore, confermano le previsioni. Il gruppo italo-americano registra un mese di marzo molto negativo con 200 mila unità vendute ed un calo percentuale del 7% che comporta la chiusura in negativo del primo trimestre del 2019.

Al termine dei primi tre mesi del 2019, infatti, FCA ha venduto negli USA un totale di 498 mila unità, un risultato che in termini percentuali si traduce in un calo del 3% rispetto ai dati raccolti nel corso del primo trimestre dello scorso anno. Nel confronto su base annua, FCA registra un calo di circa 16 mila unità. 

A pesare in modo particolare sulle performance di FCA è il risultato del marchio Jeep. Il brand americano, infatti, fa registrare un mese di marzo da 87 mila unità vendute che si traduce in un calo percentuale dell’11% rispetto allo scorso anno. Nel parziale annuo, Jeep si ferma a 212 mila unità vendute con un calo del 7%. Le vendite di Jeep coprono il 42% delle vendite complessive di FCA negli USA. 

Da notare che il calo di Jeep è legato in modo particolare al calo della Wrangler che debuttava con la nuova generazione nel corso del primo trimestre dello scorso anno. L’iconico modello di Jeep sfiora quota 50 mila unità vendute nel trimestre con un calo del 10% rispetto allo scorso anno. In calo anche la Jeep Compass che fa registrare un poco confortante -14% con 37 mila untà vendute. Da segnalare, inoltre, anche il calo dell’italiana Jeep Renegade che si ferma a 18 mila unità vendute con un calo percentuale del 26% rispetto al primo trimestre dello scorso anno. 

Per quanto riguarda gli altri brand americani, continua la crescita di RAM che chiude il trimestre con 137 mila unità vendute ed una crescita percentuale del +21% rispetto ai risultati ottenuti lo scorso anno. In calo, invece, il brand Dodge che si ferma a 110 mila unità vendute con un calo del 6% su base annua. Male anche Chrysler che si ferma a 31 mila unità vendute registrando un calo percentuale del 32% nel trimestre. 

Come abbiamo visto nel nostro articolo d’approfondimento, Alfa Romeo fa segnare un primo trimestre negativo con vendite in calo del 26% rispetto al primo trimestre dello scorso anno. A chiudere le vendite di FCA negli USA troviamo il marchio Fiat che registra un calo del 45% rispetto al primo trimestre del 2018. Per il brand torinese, il totale di unità vendute è di 2.214.

La Fiat più venduta oltreoceano è sempre la 500 che si ferma a 778 unità consegnate con un calo del 41%. Da notare anche il calo del 52% della 500X che, in totale, raggiunge quota 755 unità vendute. Ricordiamo che in queste settimane si registra il debutto del nuovo restyling della 500X, disponibile in Europa già dallo scorso autunno. 

Ricordiamo che il gruppo FCA ha chiuso in negativo anche il primo trimestre in Italia. Nel corso dei prossimi giorni continueremo ad analizzare l’andamento delle vendite del gruppo nel corso del primo trimestre con l’arrivo di altri dati ufficiali relativi ai principali mercati internazionali. Nel frattempo, per una panoramica completa sulle performance del gruppo, sarà necessario attendere la fine del mese con la pubblicazione dei risultati della prima trimestrale.