in

Binotto sulla scomparsa di Whiting: “Abbiamo perso un amico”

Il direttore sportivo della Ferrari, Mattia Binotto, ha reso omaggio a Charlie Whiting, l’ex direttore di gara della FIA, che è morto giovedì mattina a Melbourne.

Charlie Whiting e Sebastian Vettel ieri a Melbourne

L’annuncio ha scioccato l’intero paddock di Melbourne questa mattina, Charlie Whiting, 66 anni, è morto per embolia polmonare. Molto rapidamente, colleghi, amici e team leader hanno reagito a questa triste notizia che contrasta con l’eccitazione del ritorno alle corse di questa settimana. Mattia Binotto, direttore sportivo della Ferrari, che ha frequentato nei paddock Charlie Whiting per più di 25 anni, ha reso omaggio al suo amico scomparso improvvisamente giovedi a Melbourne.

“Charlie era un vero professionista ed estremamente competente, ma era soprattutto una persona meravigliosa, che ha sempre trattato tutti con rispetto, ” ha detto il direttore della Scuderia Ferrari, Mattia Binotto. “Esperto instancabile e illuminato nel mondo del motorsport, ha contribuito a rendere la F1 più sicura e migliore. Era un pilastro della Formula 1. Il nostro sport ha perso tanto per via della sua morte e noi tutti abbiamo perso un amico. Ci mancherà moltissimo. ” La FIA deve ancora nominare il sostituto di Charlie Whiting, che prenderà il suo posto domani a Melbourne per l’inizio della stagione 2019 di Formula 1. Anche Sebastian Vettel che ha aperto la conferenza stampa di presentazione del GP d’Australia si è detto sconvolto per la morte di Whiting.

Ti potrebbe interessare: Ferrari gareggerà nel Gran Premio d’Australia con una livrea speciale per festeggiare i suoi 90 anni