in

Ferrari: ecco quali potrebbero essere i modelli in arrivo

Tante novità in arrivo da parte del cavallino rampante

Ferrari modelli in arrivo indiscrezioni

Le ultime indiscrezioni emerse su Internet hanno rivelato che Ferrari prevede di portare sul mercato almeno 15 nuovi modelli. Al Salone di Ginevra dovrebbe arrivare la prima novità, ossia il successore della 488, che potrebbe essere una vettura ibrida.

Nello stesso periodo dovrebbero arrivare i primi esemplare della versione spider della 488 Pista e delle esclusive Monza SP1 e SP2. Per quanto riguarda il Ferrari Purosangue, il primo SUV di Maranello dovrebbe portare un aumento delle vendite nei principali mercati come quello cinese.

Ferrari modelli in arrivo indiscrezioni
Manifesto

Ferrari: le nuove auto che potrebbero arrivare nei prossimi anni

Louis Camilleri, il nuovo CEO di Ferrari, è molto ottimista del modello in arrivo dopo aver ricevuto alcuni bozzetti. Le future auto di Maranello si baseranno due architetture: una con motore centrale e l’altra con propulsore anteriore. Entrambe saranno ibride.

Secondo Camilleri, la prima vettura completamente elettrica dovrebbe arrivare attorno al 2022, quando la gamma di Maranello dovrebbe essere caratterizzata dal 60% da vetture ibride. Sarebbe interessante scoprire anche come sarà la tanto chiacchierata erede della Ferrari Dino che molto probabilmente avrà un nuovo motore della famiglia V6 e farà parte dei 15 nuovi modelli in arrivo.

Ferrari modelli in arrivo indiscrezioni
Ferrari SUV

Al concorso Top Design School Challenge hanno partecipato 4 scuole di design per il progetto Ferrari del 2040. I 3 modelli vincitori sono stati Manifesto, FL e Esfera. Secondo i giurati, “il progetto Manifesto ha convinto per la completezza del lavoro svolto e la capacità da parte degli studenti di avere una visione completa della vettura tra esterno, interno e meccanica”.

I giurati continuano dicendo: “L’apertura scenografica delle porte contribuisce a mettere in evidenza l’evoluzione della disposizione delle funzioni degli interni grazie alle nuovo tecnologie future e futuribili. L’esterno è caratterizzato da una forte riconoscibilità nonostante la messa in discussione di certi schemi canonici”.