in

Alfa Romeo: stangata da oltre 5 mila Euro per le Quadrifoglio con Ecotassa e Superbollo

Oltre 2 mila Euro di spese aggiuntive per Giulia Veloce e Stelvio con motore benzina 2.0 da 280 CV

Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio debutto Regno Unito

La nuova versione dell’Ecotassa non è ancora stata approvata ma, a meno di improbabili sorprese, dovrebbe entrare in vigore a partire dal prossimo mese di marzo garantendo incentivi sino a 6 mila Euro per l’acquisto di auto elettriche (con rottamazione di un usato inquinante) e sino a 2.500 Euro per le ibride.

Come abbiamo visto nei giorni scorsi, la nuova versione dell’Ecotassa colpisce solo parte della gamma Alfa Romeo. Non dovranno affrontare costi extra i clienti che sceglieranno un modello diesel di Giulia, Stelvio o Giulietta oppure la Giulia con il 2.0 turbo benzina (fa eccezione la versione B-Tech che supera di poco il limite di 160 grammi di CO2 al chilometro).

Chiaramente, la norma va a colpire in modo particolare l’Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio e l’Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio, le due super-sportive che rappresentano, ad oggi, il top della gamma del marchio italiano oltre che un vero e proprio simbolo della rinascita del marchio (che ancora aspetta i tanto promessi modelli di nuova generazione).

Sia per la Giulia Quadrifoglio che per lo Stelvio Quadrifoglio le emissioni di CO2 sono comprese tra 200 e 250 grammi al chilometro e, quindi, l’Ecotassa comporta un costo extra di 2000 Euro rispetto al prezzo di listino. Per le due Quadrifoglio è, inoltre, previsto il pagamento di un Superbollo da 3.800 Euro che porta la spesa aggiuntiva a ben 5.800 Euro. 

Ricordiamo che la Giulia Quadrifoglio è disponibile sul mercato italiano con un prezzo di listino di partenza di 86.100 Euro mentre lo Stelvio Quadrifoglio parte da un prezzo di listino di 96.600 Euro.

L’idea di cancellare il Superbollo, emersa nei mesi scorsi come possibile parte integrante della manovra finanziaria, sembra essere stata rapidamente accantonata nonostante, secondo diversi pareri, l’introduzione della norma, risalente al 2011 con l’ultimo Governo Berlusconi e successivamente “perfezionata” per diventare ancora più pesante dal Governo Monti, non ha portato i benefici sperati per le casse dello Stato.

Con la formulazione attuale, il Superbollo prevede, per gli automobilisti, un costo extra di 20 Euro per ogni chilowatt al di sopra dei 185 kW (pari a circa 252 CV) di potenza massima. 

Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio debutto Australia

Da notare, inoltre, che l’Ecotassa ed il Superbollo colpiscono anche altri modelli di casa Alfa Romeo. Ad esempio, l‘Alfa Romeo Giulia Veloce con motore 2.0 turbo benzina da 280 CV (anche nella più completa versione Veloce Ti) deve fare i conti con un‘Ecotassa da 1.600 Euro e con un Superbollo di 420 Euro. La spesa extra è, quindi, di 2.020 Euro.

Nella stessa situazione della Giulia Veloce ci sono anche le varianti dello Stelvio con motore 2.0 turbo da 280 CV (Executive, B-Tech e Super) che devono fare i conti con l’Ecotassa e con il Superbollo per una spesa complessiva di 2.020 Euro come visto nel caso precedente.

E’ chiaro, infine, che con le nuove normative saranno tantissimi i modelli che, al momento dell’acquisto, comporteranno la una spesa considerevole (l’acquisto di una Ferrari 812 Superfast comporta una spesa aggiuntiva di oltre 10 mila Euro tra Superbollo ed Ecotassa). Sarà importante capire quali saranno gli effetti, per l’ambiente e per le casse dello Stato, dell’azione combinata delle due tasse, considerando anche che solo l’Ecotassa è una tantum. Come detto, la nuova norma sui bonus e sui malus relativi alle emissioni di CO2 dovrebbe entrare in vigore a partire dal mese di marzo del prossimo anno. Il nuovo sistema sarà valido almeno sino al dicembre del 2021.