in

FCA negozia con 38 fornitori per il futuro progetto di espansione in Brasile

Con 25 nuovi modelli programmati fino al 2023, quindici dei quali Fiat e dieci della Jeep, il gruppo FCA sta negoziando con 38 fornitori brasiliani nel nord-est del paese e più specificamente a Goiana, dove si trova il Conplexo Industriale Jeep. L’informazione è stata data direttamente dal presidente di Fiat Chrysler Automobiles in America Latina, Antonio Filosa, che ha partecipato martedì 6 alla presentazione dei prodotti dei due marchi al Motor Show di San Paolo, che aprirà le porte al pubblico giovedì 8 novembre. ” Abbiamo spazio all’interno del complesso stesso e in altri due parchi vicini che sono anche destinati a nuovi fornitori. Stiamo parlando con 38 aziende e l’idea è di generare altri 8.000 posti di lavoro nella regione “.

Antonio Filosa numero uno di FCA in America Latina ha confermato che la sua società sta già pensando ai futuri sviluppi in Brasile

Nuovi investimenti nella regione dipendono, secondo l’esecutivo, dall’approvazione della Route 2030 che in linea di principio sarebbe dovuta essere votata dalla Camera dei deputati martedì 6 novembre. Tra gli emendamenti proposti e già approvati dalla commissione paritetica della Camera c’è un’estensione del regime Nord-est entro il 2025 (inizialmente previsto per il 2020). “A causa della logistica della regione, c’è un divario del 20% in logistica che richiede di essere compensata tramite incentivi,” ammette Filosa commentando l’inclusione in Rota 2030 l’ estensione del regime speciale del Nordest.

Nel progetto di espansione della base di approvvigionamento e dello sviluppo di nuove tecnologie e prodotti, il Complesso di Goiana riceverà fino a 2023 investimenti vicino ai R $ 8 miliardi. Un importo simile è stato investito nello stabilimento di Betim. Ricordiamo che la notizia principale di FCA negli ultimi giorni è un nuovo SUV con il marchio Fiat, il cui concept è evidenziato nella Hall of the Automobile con il nome di Fastback. Il modello dovrebbe raggiungere il mercato entro il 2020. Sul mercato nazionale, Filosa ha detto che crede che la crescita continuerà anche l’anno prossimo, quando si prevede che le vendite commerciali di auto raggiungeranno circa i 2,7 milioni di unità, una crescita dal 10% al 12% quest’anno. L’azienda ha operato proficuamente nella regione e festeggia i buoni numeri: “Nel 2017, l’utile nella regione era di circa 150 milioni di euro. A settembre abbiamo già raggiunto i 262 milioni di euro, cioè abbiamo già superato l’anno scorso “, celebra Filosa.


Written by Ippolito Visconti

Ippolito per gli amici Lito, nasce a Monza la patria dei motori. Si laurea alla Bocconi in ingegneria meccanica. Appassionato di giornalismo in breve tempo scrive come Guest su noti portali Automotive Italiani ed esteri in lingua inglese. Lavora da aprile 2018 con Davinci Media dove segue accuratamente tutto il settore Automotive News. Appassionato di Motori ed in particolare di Formula 1.