in

Ferrari combatterà fino alla fine secondo Maurizio Arrivabene

Maurizio Arrivabene

Il team principal della Scuderia Ferrari, Maurizio Arrivabene, ha promesso di continuare a lottare per entrambi i campionati del mondo dopo la vittoria di Kimi Räikkönen nel Gran Premio degli Stati Uniti del 201 , nonostante il notevole deficit di punteggio rispetto ai rivali di Mercedes. La prima vittoria di Raikkonen dopo nove anni e il quarto posto di Sebastian Vettel sul Circuito delle Americhe hanno fatto sì che il terzo posto di Lewis Hamilton non fosse abbastanza per il britannico per rivendicare il quinto titolo mondiale.

Ferrari non si arrende e combatterà fino alla fine: parola di Maurizio Arrivabene

Se è ancora matematicamente possibile per Vettel e Ferrari rivendicare entrambi i titoli dei piloti e dei costruttori, Arrivabene ammette che ” i numeri sono contro di noi”. “La vittoria di oggi è stata merito di Kimi che è stato protagonista di una grande gara e della squadra, che in un momento così delicato, ha dimostrato grande coraggio nel fare un passo indietro, combattendo i nostri più stretti rivali ad armi pari”, ha detto Arrivabene . “Seb è stato sfortunato e ha dovuto lottare per recuperare posizioni dopo la collisione nel primo giro. Nel campionato, i numeri sono contro di noi, ma scaleremo e lotteremo fino alla fine, proprio come abbiamo fatto oggi. ”

La Ferrari sembrava aver perso la strada dopo l’ultima vittoria di Vettel al Gran Premio del Belgio in agosto con la polemica sugli aggiornamenti portati alla macchina che a quanto pare non avrebbero prodotto alcun miglioramento. La Mercedes AMG Petronas Motorsport e Lewis Hamilton hanno vinto quattro gare consecutive tra quelle che hanno preceduto il Gran Premio degli Stati Uniti e ora hanno un vantaggio di settantotto punti nel campionato costruttori e un vantaggio di settanta punti nel campionato piloti.