in

FCA: a Pratola Serra l’ibrido potrebbe sostituire il diesel

Lo stabilimento irpino potrebbe essere presto riconvertito

Lo stabilimento FCA di Pratola Serra in provincia di Avellino è il cuore della produzione di motori diesel, in particolare per i modelli di alta gamma, del gruppo. A novembre, dopo mesi e mesi di costante crescita produttiva seguiti da stop arrivati tra settembre e ottobre, il sito dovrà affrontare quattro giorni di cassa integrazione legati al costante calo della produzione in Italia registrato in questi mesi.

Così come altri stabilimenti del gruppo FCA, anche a Pratola Serra si attende di scoprire quale sarà il futuro e verso quali progetti verrà indirizzata dal produzione di un sito che enormi capacità produttive per quanto riguarda la realizzazione dei motori per i modelli che, ad oggi, fanno parte della gamma del gruppo FCA.

Tra le opzioni attualmente allo studio per il futuro ci sarebbe anche la possibilità di riconvertire lo stabilimento trasformandolo da centro della produzione di motori diesel a fulcro della nuova generazione di motori elettrificati, sia ibridi che elettrici. Per il futuro, infatti, FCA prevede il lancio di un gran numero di progetti elettrificati che, progressivamente, andranno a sostituire le varianti diesel che, ad oggi, rappresentano una buona parte delle vendite del gruppo in Europa.

In cantiere, come confermato ufficialmente la scorsa settimana, c’è già la Jeep Renegade ibrida, la nuova evoluzione elettrificata del crossover compatto prodotto nello stabilimento di Melfi. I lavori di pre-produzione della nuova Renegade ibrida sono già iniziati ed il modello dovrebbe debuttare, in via ufficiale, tra circa un anno. A Melfi, inoltre, potrebbe essere realizzata anche una variante ibrida della Fiat 500X. 

In teoria, i modelli ibridi ed elettrici in arrivo per i prossimi anni per Alfa Romeo, Maserati, Fiat e Jeep sono davvero numerosi. Il piano industriale di FCA presentato a giugno è chiaro e mette al centro delle future strategie di crescita un massiccio programma di elettrificazione della gamma. E’ chiaro però che, almeno per ora, le notizie ufficiali (al netto del mezzo annuncio sulla Jeep Renegade) sono ridotte all’osso.

In questi mesi, FCA sta vivendo un periodo di riorganizzazione aziendale ma i piani di sviluppo per i futuri modelli dovrebbero restare inalterati. E’ lecito attendersi il rilascio di qualche novità sul futuro del gruppo ed, in particolare, dei nuovi modelli ibridi già nel corso delle prossime settimane o, al massimo, entro la fine del 2018.

Nel frattempo, i quasi 1800 dipendenti dello stabilimento di Pratola Serra resteranno in attesa di scoprire quale sarà il loro futuro con la consapevolezza che l’importanza del diesel per FCA e, più in generale, per il mercato europeo delle quattro ruote è destinata a ridursi in modo considerevole con la costante crescita dell’ibrido. Continuate, quindi, a seguirci per tutti gli aggiornamenti legati alle novità “elettrificate” in arrivo per il gruppo FCA ed, in particolare, per la gamma Alfa Romeo.