in

Ferrari 296 GT3: la nuova vettura scende in pista per la 24 Ore di Daytona

La supercar fa la propria apparizione al Daytona International Speedway

Ferrari 296 GT3 Daytona

Sale sul palcoscenico delle corse internazionali la nuova Ferrari 296 GT3, che fa la propria apparizione al Daytona International Speedway durante il Roar Before the Daytona 24.

L’evento, una tre giorni di prove che include la sessione di qualifica in programma nel fine settimana del 22 gennaio, rappresenta il prologo della celeberrima gara endurance che inaugura la stagione del campionato americano IMSA SportsCar Championship, che andrà in scena il 28-29 gennaio con la partecipazione di quattro team e otto piloti ufficiali Ferrari Competizioni GT, i quali terranno a battesimo la nuova 296 GT3.

Ferrari 296 GT3
Ferrari 296 GT3

Ferrari 296 GT3: la nuova supercar sale sul palcoscenico delle corse internazionali

Roar è un appuntamento tradizionale per tutti gli appassionati di motorsport a stelle e strisce. Il Roar rappresenta il primo evento dell’anno e sancisce la ripartenza delle corse a livello internazionale.

Storicamente collocato subito dopo Capodanno, il Roar offriva ai team una prima opportunità di provare le nuove auto sullo stesso circuito che, pochi giorni più tardi, sarebbe stato utilizzato per la 24 Ore, nell’ultimo weekend di gennaio.

Il format del Roar è cambiato in più occasioni. Nel 2020, la data è stata spostata alla settimana precedente la gara, con l’introduzione di una corsa di qualificazione la domenica dei test per stabilire la griglia di partenza della prova endurance.

Quest’anno la Qualifying Race è stata eliminata, venendo sostituita da una sessione di qualifica lunga 90 minuti nella giornata di domenica, durante la quale ogni categoria – i prototipi delle classi GTP, LMP2, LMP3, e le derivate dalla serie GTD Pro e GTD – scende in pista per stabilire la griglia di partenza della 24 Ore.

Ferrari 296 GT3

La vettura gareggerà in diverse categorie

Una Ferrari 296 GT3 è iscritta nella classe GTD Pro: è la n°62 di Risi Competizione, che ripropone l’equipaggio formato da Alessandro Pier Guidi, James Calado, Davide Rigon e Daniel Serra, che nel 2022 era salita sul secondo gradino del podio.

Quattro piloti ufficiali Competizioni GT per un equipaggio che include i campioni del mondo in carica nel FIA WEC, classe LMGTE Pro, e la coppia italo-brasiliana formata da Rigon e Serra, questi ultimi vincitori lo scorso anno della Endurance Cup dell’IMSA.

Il cavallino rampante è rappresentato da tre squadre nella categoria Pro-Am. Miguel Molina è al volante della 296 GT3 n°21 con Simon Mann, Luis Perez Companc e Francesco Castellacci e schierata da AF Corse, il team che lo scorso anno concluse secondo nella classe.

Antonio Fuoco, con la vettura n°47 di Cetilar Racing, è al via a Daytona e condivide l’esperienza americana con Roberto Lacorte, Giorgio Sernagiotto e Alessandro Balzan, la formazione che lo scorso anno ottenne la vittoria di classe alla 12 Ore di Sebring.

Alessio Rovera e Andrea Bertolini, insieme a Onofrio Triarsi e Charlie Scardina, salgono a bordo della Ferrari 296 GT3 n°023 inaugurando la stagione di Triarsi Competizione, al debutto nella prestigiosa prova endurance in Florida.

Il Roar prevede un programma composto da cinque le sessioni di prova, tra cui quella di apertura che si è svolta ieri alle 11:00. È prevista oggi una sessione notturna di due ore a partire dalle 18:30 (ora locale). Domani ci saranno le qualifiche delle classi GTD Pro e GTD dalle 13:25, con turni di 15 minuti per ciascuna. Stabiliranno la griglia di partenza della 24 Ore, che scatterà sabato 28 alle 13:40. 

Looks like you have blocked notifications!