in

Arnoux: “Imperdonabili gli errori di Binotto, lo avrei sostituito molto tempo fa”

René Arnoux ha confermato di non apprezzare molto Mattia Binotto che avrebbe mandato via dalla Ferrari molto tempo fa

Mattia Binotto

René Arnoux ha parlato della partenza di Mattia Binotto dalla Ferrari e dell’arrivo di Frédéric Vasseur. L’ex pilota della Scuderia ritiene che Binotto non sarebbe dovuto restare in carica così a lungo e pone Jean Todt come modello di caposquadra, inoltre sostiene che per assumere questo ruolo bisogna avere il cosiddetto “pugno di ferro”.  

Binotto ha lasciato la Ferrari in Formula 1 dopo un anno in cui i risultati non sono stati quelli previsti. Ma per Arnoux, l’italo-svizzero avrebbe dovuto lasciare prima la Scuderia. “Gli errori che ha commesso sono imperdonabili. Non sono mai stato dalla parte di Binotto. Lo avrei sostituito molto tempo fa”, ha dichiarato l’ex pilota al quotidiano La Gazzeta dello Sport.

In particolare l’ex pilota della Ferrari non apprezza il fatto che Binotto abbia avuto un approccio in cui spesso dichiarava come come “L’anno prossimo andrà meglio” secondo lui jean Todt non avrebbe mai detto cose di questo tipo.

Frédéric Vasseur è l’uomo scelto per succedergli in carica, ma sebbene il francese abbia una vasta esperienza alla guida di una squadra, Arnoux spiega che una squadra media non è la stessa di Ferrari. “Non lo conosco bene. Abbiamo visto i risultati che ha ottenuto in una squadra di medio livello come l’Alfa Romeo, ma dirigere l’Alfa e dirigere la Ferrari sono due cose molto diverse”, ha puntualizzato.

“Sembra abbastanza preparato e spero che riesca a migliorare il team in termini di tecnologia e strategia, senza le quali un Mondiale di Formula 1 non si vince”, ha detto il francese. Per Arnoux, Vasseur deve concentrarsi sulla risoluzione di tutti i problemi che sono apparsi nel 2022, soprattutto legati alla strategia. “Vasseur deve trovare le persone giuste. Non deve sapere come fare un cambio o un motore, a Jean Todt non importava. Bisogna avere le persone giuste, competenti e saperle gestire”, ha disse.

Mattia Binotto

“Nella stagione 2022 il telaio e il motore c’erano, l’affidabilità no. Ma soprattutto hanno commesso tanti errori con le strategie, quell’aspetto va migliorato”, ha spiegato Arnoux. L’ex pilota sa bene che non è facile guidare un team come quello del cavallino rampante e dunque mette in evidenza che una qualità necessaria per guidarla è avere il “pugno di ferro”. “Vasseur deve fare come Todt”, ha assicurato in chiusura.

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI