in

Ferrari Daytona SP3: si prepara una replica in scala del motore

Quando si parla di Ferrari Daytona SP3 si fa riferimento ad uno dei sogni più belli dell’era moderna. Il suo motore è un capolavoro, anche in scala.

Ferrari Daytona SP3
Foto Ferrari

Amalgam Collection propone alla clientela un’altra chicca, verosimilmente destinata ai garage di quanti hanno già prenotato una Ferrari Daytona SP3. Si tratta di una replica in scala 1:4 del monumentale sistema propulsivo e del cambio di questa hypercar da sogno, destinata a una ristretta cerchia di eletti. Previsti, come per la vettura del “cavallino rampante”, soltanto 599 esemplari, in vendita al prezzo di 10.970 sterline ciascuno. Già è possibile prenotare.

La riproduzione del motore è ancora in via di sviluppo, ma dalle anticipazioni si capisce già che si tratterà di un capolavoro. Del resto, Amalgam Collection ci ha abituati negli anni a tanti piccoli gioielli, che trovano continuità nel tempo. Ogni modello è costruito a mano ed assemblato da un piccolo team di artigiani, altamente qualificati. Le dimensioni, come dicevamo, sono quattro volte più piccole del modello reale, ma il livello di dettaglio promette di essere all’altezza. Queste le dimensioni: 43 centimetri di lunghezza, 21 centimetri di larghezza.

I materiali scelti per plasmarlo saranno di prima qualità, come accade per il cuore della Ferrari Daytona SP3 reale. Per lo sviluppo del modello ci sono volute oltre 3500 ore di studio e lavoro. Più di 325 ore serviranno per costruire ciascuna replica del leggendario dodici cilindri che alimenta le danze della vettura emiliana. La replica nasce con tecnologie di alta precisione, giovandosi del supporto dei disegni CAD originali, dei codici di vernice e delle specifiche dei materiali fornite dalla casa madre. Ogni minimo dettaglio sembra riprodotto fedelmente.

Qui le immagini del motore in scala di Amalgam Collection, in fase di sviluppo

Questo raffinato modello in scala 1:4 del motore e del cambio della Ferrari Daytona SP3 si giova dello stretto rapporto di Amalgam con i team di progettazione e ingegneria della Ferrari. Il prototipo del modello, come dicono gli uomini dell’atelier inglese, è stato sottoposto a un esame approfondito per garantire la completa accuratezza della rappresentazione. Nella sua versione in scala reale, questo motore potrebbe essere l’ultimo aspirato della casa di Maranello. Si tratta, dunque, di un gioiello iconico, di un pezzo di storia, che meriterebbe la tutela dell’Unesco.

Ricordiamo che la Ferrari Daytona SP3 è la terza vettura della Serie Icona, nata per omaggiare i modelli più carismatici del “cavallino rampante”. Prima era stato il turno delle Monza SP1 ed SP2. Ora tocca a lei onorare la tradizione, con un omaggio alle Sport degli anni sessanta, in particolare alla 330 P4, cui si ispira nello spirito e nelle forme, con qualche richiamo alla 250 P5 Berlinetta Speciale Pininfarina. Nel suo nome c’è l’omaggio alla storica tripletta guadagnata dalle “rosse” alla 24 Ore di Daytona del 1967.

Looks like you have blocked notifications!