in

Alfa Romeo: correva l’anno 1993

Com’era, venticinque anni fa, la gamma della Casa del Biscione.

Alfa Romeo Alfa 33

Nel 1993, la gamma di Alfa Romeo prevedeva, complessivamente, sette differenti modelli di auto: la compatta Alfa 33 affiancata dalla relativa variante station wagon Alfa 33 Sport Wagon; la media Alfa 155 e l’ammiraglia Alfa 164, entrambe a trazione anteriore; l’intramontabile Spider e la supercar SZ con la carrozzeria coupé che, proprio venticinque anni fa, fu affiancata dalla roadster RZ. Inoltre, con l’entrata in vigore della normativa Euro 1, tutti i modelli erano dotati di marmitta catalitica.

La Alfa Romeo Alfa 33 era disponibile con le motorizzazioni a benzina 1.3 IE da 88 CV di potenza, 1.5 IE da 95 CV di potenza, 1.7 IE da 105 CV di potenza e 1.7 IE 16V da 129 CV di potenza, quest’ultima proposta anche nella sportiva declinazione Q4 a trazione integrale. Inoltre, la gamma comprendeva anche l’unità turbodiesel 1.8 TD Eco a tre cilindri da 84 CV di potenza.

Il motore a benzina 1.3 IE era proposto anche con l’allestimento L, ma anche con le versioni speciali Privilège ed Imola della variante berlina, nonché nelle declinazioni 4×4 a trazione integrale e Brio della Alfa 33 Sport Wagon. Infine, era prevista anche la versione speciale Absolute, con l’altro propulsore a benzina 1.7 IE.

Alfa Romeo Alfa 155

La gamma della Alfa Romeo Alfa 155 fu ampliata, nel 1993, all’unità a benzina 1.7i Twin Spark da 116 CV di potenza, nonché alle motorizzazioni turbodiesel 2.0 TD da 90 CV di potenza e 2.5 TD da 125 CV di potenza. Per il resto furono confermati i propulsori a benzina 1.8i Twin Spark da 126 CV di potenza (anche per l’allestimento L), 2.0i Twin Spark da 141 CV di potenza, 2.0i Turbo 16V da 186 CV di potenza (per la sportiva declinazione Q4 a trazione integrale) e 2.5i V6 da 163 CV di potenza.

Alfa Romeo Alfa 164

Per quanto riguarda l’ammiraglia Alfa 164, la novità del 1993 fu la versione sportiva Q4, equipaggiata con il motore a benzina 3.0i V6 24V da 232 CV di potenza della già esistente declinazione Quadrifoglio ed abbinata sia alla trazione integrale che al cambio meccanico a sei marce. Il resto della gamma prevedeva le altre motorizzazioni a benzina 2.0i Twin Spark da 144 CV di potenza, 2.0i TB V6 da 201 CV di potenza e 3.0i V6 24V da 211 CV di potenza, più l’unità turbodiesel 2.5 TD da 125 CV di potenza. A livello di allestimenti, invece, la gamma della Alfa Romeo Alfa 164 era declinata nelle configurazioni base e Super.

Alfa Romeo Spider

Infine, la sportività della Casa del Biscione era rappresentata venticinque anni fa dalla quarta serie della Alfa Romeo Spider mossa dal motore a benzina 2.0i da 117 CV di potenza, ma anche dalla coupé SZ prodotta dalla Carrozzeria Zagato ed equipaggiata con il propulsore a benzina 3.0i V6 da 207 CV di potenza che condivideva con l’allora neonata roadster RZ.

Alfa Romeo RZ

Nel 1993, sul mercato italiano furono immatricolati circa 70.000 esemplari di Alfa Romeo. Nello specifico, 31.849 unità di Alfa 33, 23.325 esemplari di Alfa 155 e 13.590 unità di Alfa 164, più 491 esemplari di Spider, 24 unità di SZ e 5 esemplari di RZ, senza dimenticare le ultime 583 unità di Alfa 75 in giacenza.