in

Jeep: è il marchio Stellantis con più vendite al mondo

Gli ottimi risultati messi a segno dal gruppo Stellantis sono da attribuire per una buona parte al successo internazionale di Jeep.

Jeep logo

Tutto fuorché una coincidenza. In occasione della presentazione del piano strategico globale di Stellantis nel marzo 2022, Carlos Tavares, CEO del conglomerato, ha mostrato una sola auto, la Jeep Jeepster (chiamato provvisoriamente Baby Jeep, i media americani sono certi che alla fine si adotterà questa denominazione). Il suo prezzo non è stato rivelato, ma dovrebbe essere compreso nel range tra i 50 mila euro e i 60 mila euro. Perché Jeep e non un altro produttore del gruppo? Perché è il marchio più venduto al mondo all’interno del colosso dei motori, ma anche quello che genera la maggior redditività.

Jeep: tra il successo attuale e le prospettive future

Jeep logo

Leader nei SUV su scala globale, Jeep aveva, prima della crisi sanitaria, quadruplicato le sue immatricolazioni in dieci anni, da 404.000 nel 2010 a 1.522.000 nel 2019. Fiorente in Nord America (il mercato assorbe più di due terzi delle vendite) e in Cina, è particolarmente popolare pure in Medio Oriente. In Europa, ha registrato 120 mila consegne nuovi veicoli – la metà delle quali in Italia – nel 2021.

Lo sottolinea la celebre testata transalpino Le Parisien, che si sofferma poi sulla terra d’oltralpe. In Francia se Jeep ha registrato 11 mila ordini l’anno scorso. Stando alla compagnia, lo sviluppo sarebbe in corso, dopo aver toccato quota 1.464 nel 2010. L’obiettivo dei vertici societari consiste nell’aumentare i numeri a 14 mila veicoli nel 2022 (un livello già raggiunto nel 2018, prima dello scoppio della pandemia da Coronavirus), nonostante l’attuale vincolo della carenza di semiconduttori. Nemmeno la crisi degli approvvigionamenti riesce a porre un freno alle ambizioni, tanto da lasciar presagire una ulteriore crescita.

Jeep

Nella prima metà del 2022, Stellantis ha registrato profitti eccezionali a dispetto delle difficoltà incontrate dall’industria delle quattro ruote. Il gruppo nato dalla fusione di Peugeot-Citroën e Fiat Chrysler ha comunicato nel report di fine luglio un incremento del fatturato del 17% a 88 miliardi di euro.

Volendo andare a cerca il pelo nell’uovo, è in India che i volumi sono bassi, mentre in Cina potrebbero sorgere delle difficoltà in avanti. Stellantis ha annunciato un mese fa l’intenzione  di interrompere la sua joint venture con la realtà locale GAC, che realizza e distribuisce i modelli Jeep in loco dal 2010. Nello Stato asiatico, ci si basa ora esclusivamente sulle importazioni.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!