in

Binotto contro l’aggiornamento del regolamento 2023

Il team principal della Ferrari è contrario a qualsiasi modifica del Regolamento Tecnico per il 2023

Mattia Binotto è contrario a qualsiasi modifica del Regolamento Tecnico per il 2023. Il team manager Ferrari nega che le modifiche rispondano a un motivo di sicurezza e assicura che è indifferente a chi traggono vantaggio.

Il presidente della FIA Mohammed Ben Sulayem ha annunciato questa settimana che gli aggiornamenti del regolamento tecnico della prossima stagione saranno inviati al World Motor Sport Council. Tutto questo, dopo mesi di lavoro con l’obiettivo di alleviare il porpoising – adducendo motivi di sicurezza – e che si aggiunge alle misure che entreranno in vigore al Gran Premio del Belgio.

Binotto contrario ad aggiornamenti del regolamento

Mattia Binotto ritiene superflui questi cambiamenti e non si fa scrupoli ad affermare che la sicurezza non è un motivo per introdurli. ” Spero che non ci siano cambiamenti “, ha detto. “Non vedo alcun motivo reale per apportare modifiche al regolamento tecnico per motivi di sicurezza, soprattutto se si guarda alle ultime gare”, ha detto.

Binotto ritiene che sia già troppo tardi per introdurre i cambiamenti e fa notare che troveranno il modo di fermarli se non li riterranno appropriati. “Inoltre, se le regole aerodinamiche dovessero cambiare per il 2023 sarebbe un problema non indifferente considerando il periodo dell’anno in cui ci troviamo, ci sarebbe davvero poco tempo per cambiare il concept della nuova vettura”, ha spiegato.

“E, ripeto, non c’è motivo di apportare modifiche al regolamento tecnico adducendo ragioni di sicurezza . Quindi penso che non possa succedere e, se succede, cercheremo di capire come fermarle”.

Allo stesso modo, il team manager della Ferrari si dice ignaro dei possibili vantaggi che si possono ottenere dal nuovo regolamento e ritiene che questo non sia il modo migliore di agire per lo sport. “Non ho idea se qualsiasi modifica al regolamento sarebbe a nostro favore o a favore della Red Bull, non lo so e non mi interessa”, ha detto.

“Se si pensa in questo modo a ogni questione, allora diventa difficile, un atteggiamento che non è positivo per lo sport a medio e lungo termine e in Ferrari abbiamo la responsabilità di guardare anche al medio e lungo termine”, ha assicurato.

Mattia Binotto

“Penso che sia molto importante avere sempre un approccio responsabile ed equilibrato quando si valuta e si prendono decisioni cruciali per il futuro di questo sport”, ha commentato in chiusura. Binotto non è l’unico contrario all’aggiornamento del Regolamento Tecnico. Anche Christian Horner, team manager della Red Bull, ha mostrato il suo dissenso e concorda con Binotto che non ci sono problemi di sicurezza.

Ti potrebbe interessare: Binotto: Ferrari non cambierà approccio nella seconda parte di stagione

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!