in

Alfa Romeo dilemma ammiraglia: sarà una berlina o un SUV?

Alfa Romeo E-SUV o una berlina di grandi dimensioni? Imparato confessa di non avere ancora deciso la natura della sua futura ammiraglia

Alfa Romeo logo

Nonostante il recente lancio di Tonale, che ha iniziato nel migliore dei modi la sua avventura sul mercato, Alfa Romeo pensa già al futuro. Nei giorni scorsi  il capo della casa automobilistica del Biscione Jean Philippe Imparato ha confermato l’arrivo di una nuova ammiraglia che sarà sviluppata negli Stati Uniti e pensata appositamente per quel mercato e per la Cina. Imparato ha detto che questa auto la vedremo nel 2027.

Ancora incertezza sulla natura della futura ammiraglia di Alfa Romeo

A quanto pare però al momento il numero uno di Alfa Romeo non è ancora certo della natura di questo veicolo e cioè se si tratterà di un SUV o di una berlina o di una via di mezzo. Si tratta di una scelta che Imparato spera di fare “entro la fine di quest’anno. Vogliamo trovare il giusto mix”.

In queste ultime parole si può apprezzare un certo cambio di opinione rispetto a quanto dichiarato dallo stesso Imparato a marzo. A quel tempo, l’idea di avere un SUV di grandi dimensioni per sfidare ad armi pari BMW X5 sembrava molto più consolidata.

Detto questo, ci sono solo due ipotesi: che il progetto continui come era stato previsto nei mesi scorsi o che si materializzi ma come un altro modello completamente diverso.

Alfa Romeo E-SUV
Alfa Romeo E-SUV o una berlina di grandi dimensioni? Imparato confessa di non avere ancora deciso la natura della sua futura ammiraglia

Comunque sia, quello che sappiamo è che sarà un modello globale disponibile sia in Europa che in Cina e Nord America. Il fatto che il suo sviluppo avverrà negli USA suggerisce che potrebbe adottare l’architettura Stellantis STLA Large , già prevista per la sostituta elettrica dello Stelvio e che sarà presente in diverse altre Chrysler, Dodge, Jeep o RAM.

Se confermato, ci troveremmo di fronte a un veicolo con una lunghezza di circa cinque metri, la cui configurazione meccanica potrebbe comprendere uno o due motori elettrici con una potenza compresa tra 150 e 330 kW e un’autonomia che potrebbe raggiungere gli 800 km. Ma dovrà passare del tempo prima di sapere che forma e quali qualità avrà la vettura che definirà le Alfa Romeo di domani. Vedremo dunque nei prossimi mesi quali notizie arriveranno a proposito della futura ammiraglia del Biscione che al momento non si sa se sarà un SUV una berlina o una via di mezzo.

Ti potrebbe interessare: Alfa Romeo, Fiat e Jeep B-SUV: Stellantis vuole lottare con Volkswagen e Renault