in

Stellantis: Controlled Thermal Resources fornirà litio a basse emissioni

CTR recupererà litio dalla salamoie geotermiche usando solo energia rinnovabile e vapore

Stellantis Controlled Thermal Resources accordo

Stellantis e Controlled Thermal Resources (CTR) ha annunciato nelle scorse ore la firma di un accordo vincolante per la fornitura da parte di CTR di idrossido di litio per batterie da utilizzare per la produzione di veicoli elettrificati del gruppo automobilistico italo-francese in Nordamerica.

Il progetto Hell’s Kitchen di CTR, nella contea californiana di Imperial, recupererà il lito dalle salamoie geotermiche usando energia rinnovabile e vapore per produrre litio per batterie in un processo integrato a ciclo chiuso, eliminando le necessità di bacini di evaporazione delle salamoie, di miniere a cielo aperto e di processi di lavorazione alimentati da combustibili fossili.

Stellantis: l’accordo decennale con CTR vedrà la fornitura di litio a basse emissioni

Carlos Tavares, CEO di Stellantis, ha dichiarato che, nella lotta contro il surriscaldamento globale, il rafforzamento della filiera per i veicoli elettrici a batteria è assolutamente importante per sostenere le ambizioni di elettrificazione del gruppo.

Con una fornitura di litio rilevante, competitiva e a basse emissioni di carbonio da diversi partner in tutto il mondo, Stellantis sarà in grado di realizzare i suoi piani per la produzione di EV in modo responsabile.

Rod Colwell, CEO di Controlled Thermal Resources, ha affermato che questo accordo di fornitura con Stellantis fissa nuovi parametri per il settore automobilistico negli Stati Uniti. La fornitura di litio pulito, prodotto con energie ricavate da una risorsa rinnovabile, contribuisce a decarbonizzare ulteriormente la catena di approvvigionamento delle batterie. Tutto ciò consente di produrre auto in modo più sostenibile e con un minor impatto ambientale.

Fino a 25.000 tonnellate di idrossido di litio all’anno

La partnership prevede una collaborazione decennale e vede CTR fornire a Stellantis fino a 25.000 tonnellate di idrossido di litio all’anno. A fine 2021, il nuovo colosso italo-francese ha annunciato un accordo di fornitura simile a supporto della sua produzione di veicoli in Europa con Vulcan Energy.

Nell’ambito del piano strategico Dare Forward 2030, Stellantis ha annunciato programmi per realizzare globalmente vendite annuali di vetture elettriche a batteria pari a 5 milioni entro il 2030, raggiungendo con i BEV il 100% del mix di vendite di veicoli in Europa e il 50% di auto e veicoli commerciali leggeri in Nordamerica. Inoltre, Stellantis ha aumentato la capacità pianificata di batterie da 140 a circa 400 GWh.

Tale intervento verrà supportato da cinque impianti di produzione di batterie in Europa e Nordamerica e da contratti di fornitura aggiuntivi. Controlled Thermal Resources produrrà idrossido di litio e carbonato di litio per batterie insieme a energia geotermica nella contea di Imperial (California), con una capacità di giacimento pari a oltre 300.000 tonnellate annue.