in

Stellantis, Hochgeschurtz: “Basta illusioni. Le auto costeranno di più”

Le auto non costeranno di meno, semmai tutto il contrario. Uwe Hochgeschurtz, nuovo COO di Stellantis, spegne le facili illusioni.

Uwe Hochgeschurtz CEO Opel

Fresco fresco di nomina a COO della divisione europea di Stellantis e con alcuni mesi al timone della Opel come Chief executive officer, Uwe Hochgeschurtz è uno che sa senz’altro il fatto suo. Di conseguenza, le considerazioni effettuate in una recente intervista alla stampa italiana dovrebbero quantomeno fare riflettere.

Stellantis: altro che vetture più accessibili

Stellantis logo

Secondo l’alto dirigente di Stellantis le automobili non costeranno di meno, semmai è vero il contrario. L’input è arrivato da una domanda sulla classificazione tra i diversi segmenti di mercato. Ad avviso di Hochgeschurtz la clientela italiana ha finora preferito una macchina di segmento A non tanto per via della necessità di avere un mezzo in miniatura. In fondo, rispetto al più ampio comparto B, ballano al massimo una ventina di centimetri. Nulla di così marcato da spingere i consumatori in una o nell’altra direzione.

Nemmeno lo spazio aggiuntivo darebbe fastidio, bensì dietro alla scelta vi sarebbe una semplice ragione economica. Insomma, è una questione di prezzo. Spinte dalla necessità di risparmiare, le famiglie si sono trovate costrette a valutare determinati modelli, senza guardare troppo in là. Ma presto i tempi potrebbero cambiare e non nel senso auspicato.

Opel Rocks-e 09 Borussia Dortmund

Difatti, oggi, e ancor più nel futuro imminente, il quantitativo di dotazioni obbligatorie che un veicolo non può fare a meno di contemplare e la transizione verso la mobilità elettrica rendono complicato tenere le soglie di accesso basse, persino nel settore delle city car. Anzi, talvolta – spiega il COO di Stellantis come riporta il sito Quattroruote -, può comportare maggiori oneri fare una piccola anziché una compatta. Pertanto, se il fattore prezzo si affranca dalle dimensioni, il segmento A perde un po’ di significato per Hochgeschurtz.

Dunque, il marchio Opel non vi tornerà. Semmai, in tale ambito potrebbero ottenere maggiori spazio prodotti quali la Rocks-e, che magari lungo la nostra penisola arriverà, nella versione passeggeri, con una denominazione differente. Non si tratta di automobili nell’accezione stretta, sul piano omologativo e delle dotazioni, ma – ha concluso il COO di Stellantis – rispondono a nuovi bisogni di mobilità. Il modello – lo ricordiamo – può essere guidato a partire dai 14 anni, in quanto è sufficiente la patente AM.