in

Alfa Romeo Tonale, Guzzafame: “Come anticipiamo il futuro”

Il responsabile globale del Biscione, Daniele Guzzafame, ha fornito interessanti anticipazioni sull’Alfa Romeo Tonale.

L’Edizione speciale di lancio potrà essere ordinata da aprile, mentre la versione “normale” dell’Alfa Romeo Tonale approderà nelle concessionarie italiane entro inizio estate. Il responsabile prodotto globale del brand, Daniele Guzzafame, ha concesso una lunga intervista alla Gazzetta dello Sport, dove racconta il C-Suv premium del Biscione.

Alfa Romeo Tonale: precursore dei tempi

Alfa Romeo Tonale

Il dirigente ha preso parola sulla tecnologia Nft, una certificazione non corruttibile, inserita sostanzialmente su un codice, reso accessibile agli acquirenti. Mediante una chiave di accesso, gli sarà permesso di trasferire le informazioni dell’auto su un portale esterno, secretato, accessibile esclusivamente all’utente e nel massimo rispetto della privacy. Dalla cromatura agli accessori, fino ai dati sull’impiego del mezzo nel corso del ciclo di vita, il tutto è facilmente a disposizione mediante il proprio smartphone.

Alfa Romeo Tonale è il primo modello ad avvalersi della tecnologia Nft. Uno dei vantaggi sarà la possibilità di consultare i chilometri effettivamente percorsi, in modo da contrastare il problema della loro falsificazione. Si aspettano che il mercato proceda in tale direzione. Il sistema introdotto – ha aggiunto Guzzafame – costituisce la trasposizione digitale e non corruttibile di quanto desideravano vedere su carta, con i timbri e le firme dei vari tagliandi.

Alfa Romeo Tonale

A livello estetico, Alfa Romeo Tonale desidera precorrere i termini. Sotto il profilo tecnologico, non adotta soluzione del 2022, bensì anticipa le soluzioni previste nel 2023 e nel 2024. Un risvolto concreto è la digitalizzazione completa del cruscotto e dello schermo centrale: in totale saranno 22,5 i polli i display, un record per la categoria. Ma il fiore all’occhiello sono la risoluzione altissima e la velocità del software impiegato.

Per il conducente – ha aggiunto il manager – l’impressione è quella di osservare le immagini come se fosse davanti a un televisore HD. La grande connettività si traduce in un utilizzo off-board del mezzo che, ad esempio, consente tramite il secure delivery di far consegnare al corriere i pacchi acquistati direttamente nel bagagliaio del veicolo mentre è parcheggiato. Tramite l’App dedicata, si può autorizzare l’apertura e la chiusura del portellone posteriore a un certo corriere.