in

Risarcimenti Rc auto più giusti con l’albo professionale dei periti

Danni da sinistri con risarcimenti Rc auto: i periti chiedono un albo professionale. C’è un disegno legge in discussione in Parlamento 

Risarcimenti Rc auto

Come avere risarcimenti Rc auto più giusti? L’automobilista può affidarsi (fra l’altro) ai periti. Che individuano la dinamica del sinistro e delineano i danni all’auto. Ecco perché occorre istituire un albo professionale degli esperti in danni da sinistri stradali. In questi giorni, il parlamento ne discute un disegno legge.

Per Luigi Mercurio, presidente Aiped (Associazione italiana periti estimatori danni), c’è bisogno di un albo per tutti i professionisti del settore, capaci di determinare i risarcimenti assicurativi con la massima imparzialità, senza nessuna connessione con le compagnie assicuratrici. Così da tutelare gli automobilisti, che hanno diritto a un risarcimento equo e rapido.

Risarcimenti Rc auto, che lotta

Nella diatriba automobilista-compagnia sulle colpe del sinistro e sull’ammontare del risarcimento, nonché sulle tempistiche, l’assicurazione ha il coltello dalla parte del manico. Legali esperti in un settore difficilissimo, pieno di clausole e cavilli come la Rc auto. Ecco perché un professionista dalla parte della vittima, del guidatore o anche del passeggero, diviene prezioso.

Il perito assicurativo è infatti un professionista “indipendente”. In qualità di esperto, verifica e attesta l’esistenza del danno (cosiddetto accertamento). E individua i costi di ripristino (stima) delle cose danneggiate in seguito a incidente stradale, furto o incendio di un veicolo a motore o natante. Così decidendo i conseguenti risarcimenti per conto dei privati, delle imprese assicurative o delle autorità giudiziarie.

Nell’ambito della propria attività (a seconda del contenuto del mandato ricevuto), il perito potrà essere chiamato a effettuare sopralluoghi, analisi, accertamenti, valutazioni, studi, relazioni.

Imparzialità totale del perito

Va invece abrogato il ruolo dei periti assicurativi che dipendono nei fatti dalle compagnie. Con la creazione del nuovo albo, che preveda un formazione professionale continua, il legislatore fa chiarezza sulle competenze di chi svolge l’attività di accertamento dei danni. Sancendo totale imparzialità, sostiene Mercurio.

Un professionista terzo che valuta senza scendere a compromessi. I periti hanno le competenze necessarie anche per ricostruire la dinamica di un incidente, determinando la responsabilità di un sinistro, la chiosa.