in

Ferrari 288 GTO Revival: una riproduzione fedelissima sarà proposta all’asta

Sotto il cofano c’è il motore di una 348

Ferrari 288 GTO Revival asta

La Ferrari 288 GTO è una delle vetture più interessanti costruite dalla casa automobilistica di Maranello. La vettura è stata concepita per competere nella serie di gare Gruppo B e per ottenere l’omologazione erano necessarie almeno 200 unità.

Tuttavia, la 288 GTO (Gran Turismo Omologata) non ha mai gareggiato e tutte le auto costruite rimasero esclusivamente stradali. Questo retroscena non fa che aumentare lo status di desiderabilità da parte dei collezionisti del cavallino rampante.

Ferrari 288 GTO Revival asta
Ferrari 288 GTO Revival motore

Ferrari 288 GTO Revival: un esemplare fedelissimo all’originale è in cerca di una nuova casa

Alcune delle caratteristiche estetiche presenti sulla GTO furono mostrate in anteprima su una 308 GTB di Pininfarina in occasione del Salone di Ginevra del 1977. Ciò includevano lo spoiler anteriore, i passaruota, lo spoiler al labbro posteriore e così via.

Secondo quanto riportato, in totale la casa automobilistica modenese ha prodotto solo 273 esemplari della Ferrari 288 GTO. In fase di presentazione, al Salone di Ginevra del 1984, la 288 GTO era l’auto da strada più potente e veloce che la Ferrari avesse costruito fino ad allora.

Ferrari 288 GTO Revival asta

Ancora oggi, il suo design viene apprezzato da moltissime persone e viene considerata una delle Ferrari più eleganti costruite fino ad ora. L’unico problema è che oggi acquistare un esemplare della GTO richiede parecchio denaro.

In occasione dell’asta RAF Museum London Season Opener 2022, Silverstone Auctions proporrà il 5 marzo una particolare 288 GTO dipinta in Rosso Corsa costruita dagli specialisti Ferrari QV, un team che impiega ex ingegneri di Maranello. Sono stati necessari quattro anni per portare a termine questa vettura definita come Ferrari 288 GTO Revival.

Ferrari 288 GTO Revival asta

QV è partita da una 308QV GTS trovata negli Stati Uniti

Con migliaia di ore passate per la costruzione e una grande quantità di denaro speso, è senza dubbio una vettura molto speciale. Il progetto è partito da una 308QV GTS che è stata trovata negli Stati Uniti. Dopodiché, quest’ultima è stata importata e preparata per la conversione. QV è stata in grado di ottenere la carrozzeria in vetroresina prodotta da stampi presi da una vera 288 GTO.

Pur essendo una riproduzione, utilizza parti di produzione o di provenienza Ferrari e i materiali di ogni pannello (che sia acciaio o fibra di vetro) sono esattamente come quelli usati sull’originale vettura. Tutti i cardini, gli specchietti retrovisori esterni, le lamelle e gli stemmi sono originali e nuovi.

Ferrari 288 GTO Revival asta

L’unica differenza rispetto all’auto originale è l’uso di un motore e di un cambio della Ferrari 348. In aggiunta, il propulsore, montato longitudinalmente, ha ricevuto un’unità di controllo motore rimappata.

Come è possibile vedere anche nelle foto, QV ha dedicato particolare attenzione ai dettagli per rendere il veicolo performante e guidabile senza problemi. Tutte le parti meccaniche sono state rinnovate, revisionate o ricostruite e inoltre sia i cerchi che gli pneumatici sono nuovi.

L’esterno è stato riverniciato in Rosso Corsa, i sedili in pelle nera sono stati rifatti e sia il cruscotto che i pannelli delle portiere sono rivestiti in alcantara, come la Ferrari 288 GTO originale.

Looks like you have blocked notifications!