in

Alfa Romeo: l’8 febbraio sarà anticipato il piano di rilancio?

Alfa Romeo: l’8 febbraio la casa automobilistica del Biscione oltre a presentare Tonale potrebbe dirci qualcosa in più del suo piano di rilancio

Alfa Romeo Tonale
Alfa Romeo Tonale

Ieri abbiamo saputo che Alfa Romeo Tonale sarà ufficialmente presentato l’8 febbraio ad Arese. Il debutto potrà essere seguito anche in streaming sul sito ufficiale del Biscione. Dunque la voce che girava da qualche settimana è risultata essere veritiera. Il prossimo 8 febbraio però potrebbe essere importante anche per un altro motivo. Infatti sono in tanti a pensare che la casa automobilistica milanese non si limiterà a presentare il SUV Tonale. Al pari di quanto fatto da Maserati in sede di presentazione della sportiva MC20, il Biscione potrebbe infatti anticipare quelle che saranno le sue principali mosse per i prossimi anni.

Oltre a presentare Tonale, l’8 febbraio Alfa Romeo potrebbe dirci qualcosa in più sul suo piano di rilancio

Il famoso piano di rilancio di Alfa Romeo, a cui comunque già Jean-Philippe Imparato ha accennato diverse volte in varie interviste, potrebbe quindi essere definitivamente svelato. Potremmo insomma conoscere quali saranno le 5 nuove auto promesse nei prossimi 5 anni dal marchio premium di Stellantis e l’anno esatto in cui ogni nuovo modello arriverà.

Al momento le uniche certezze sono l’arrivo di Tonale nel 2022 e di un SUV ancora più compatto che forse si chiamerà Brennero nel 2023. Altra certezza è che Stelvio e Giulia riceveranno nei prossimi anni una seconda generazione e che diventeranno totalmente elettriche.

La sorpresa potrebbe essere l’annuncio di una nuova Alfa Romeo Giulietta e di una possibile erede di MiTo sotto forma di Crossover. Sembra invece difficile che arrivino conferme per le nuove GTV, Duetto e Alfetta. Queste auto infatti dovrebbero tutte arrivare dopo il 2027. Questo sempre che nel frattempo il rilancio del Biscione si avvenuto effettivamente.

Alfa Romeo
Alfa Romeo: l’8 febbraio la casa automobilistica del Biscione oltre a presentare Tonale potrebbe dirci qualcosa in più del suo piano di rilancio

Molto probabilmente in quella data sapremo anche dove le future auto saranno prodotte e quali saranno gli obiettivi di vendita di Alfa Romeo nei prossimi anni. A proposito di Tonale ad esempio si dice che dal 2023 si punti alle 100 mila immatricolazioni annue. Per Brennero invece alle 150 mila consegne annuali.

Non resta dunque che aspettare ancora poche settimane per capire cosa accadrà nei prossimi anni in casa del Biscione e se davvero sarà possibile nel giro di un decennio rilanciare in grande stile il marchio milanese nel segmento premium del mercato auto.

Ti potrebbe interessare: Ora l’Alfa Romeo Giulietta non è più in stock sul sito della casa automobilistica del Biscione