in

Noleggio a lungo termine: assicurazione base, cos’è?

Assicurazione, garanzie e tutto quello che c’è da sapere per il noleggio a lungo termine.

noleggio_auto_lungo_termine

Nlt, acronimo di Noleggio a lungo termine. Si tratta di una delle oramai diffuse alternative all’acquisto classico di auto. Con il noleggio a lungo termine per privati, si può godere di una auto nuova di zecca come fisse la propria. A fronte di un canone mensile, oltre all’auto, chi sceglie il noleggio a lungo termine gode di molti servizi senza essere immischiato in burocrazia e pensieri relativi alla manutenzione del veicolo.
E pure senza il problema di svalutazione del veicolo come accade a chi lo compera nel modo classico. Ma tra i servizi figura anche l’assicurazione obbligatoria? Una domanda comune a tanti, a cui cercheremo di dare risposta.

L’assicurazione per le auto a noleggio, come funzionano?

L‘assicurazione RCA è obbligatoria per qualsiasi veicolo circoli su strade aperte al pubblico. E l’obbligo come è ovvio, riguarda pure le auto prese con il meccanismo del noleggio a lungo termine. E l’assicurazione RC, quella sulla Responsabilità Civile sulle auto, fa parte dei numerosi servizi inclusi nel prezzo che deve pagare il soggetto che utilizza il noleggio a lungo termine, cioè il canone mensile. Un canone fisso e pattuito il giorno della sottoscrizione del contratto di noleggio a lungo termine.

In genere per il noleggio a lungo termine viene inserita una assicurazione di base. Sta poi all’utilizzatore del noleggio a lungo termine optare per implementare di garanzie la polizza base.
Anche se la polizza base per il noleggio a lungo termine, non è certo la polizza RC Auto e basta.
Non essendo di proprietà del titolare del noleggio a lungo termine l’auto, inevitabilmente l’azienda che concede il veicolo si tutela con polizza furto e incendio e polizza Kasko.

Quali polizze sono più diffuse per il noleggio a lungo termine

In assoluta controtendenza rispetto ad una crisi economica e pandemica, il noleggio a lungo termine nel 2021 è salito di due punti percentuali.
Lo ha messo in luce uno studio della 20ima edizione del Rapporto ANIASA, cioè dell’Associazione di Confindustria che rappresenta il settore dei servizi mobilità.
Si conta che in circolazione oggi vi sarebbero circa fino 933.000 veicoli.
Tra gli oneri gestionali di una auto a noleggio quindi c’è anche l’assicurazione.
Naturalmente tutto a carico di chi prende a noleggio l’auto e dentro il canone periodico da versare alla società di noleggio.
Ricapitolando, nella polizza relativa alle auto a noleggio, soprattutto per clienti privati, nella formula base ci sono:

  • RCA, copertura a danni verso i terzi;
    Furto e Incendio;
    Kasko.

Le clausole anche nei contratti assicurativi sul noleggio a lungo termine

noleggio

Altre garanzie, con conseguente aumento del canone di noleggio da versare per il cliente, è quest’ultimo scegliere se inserirle. Sarà poi a cura della società di noleggio assecondare le richieste ampliando le coperture segnalando le richieste alla loro compagnia assicurativa.
E quando di parla di assicurazioni, inevitabile finire alle clausole. Se nei contratti normali di assicurazione, sulle auto di proprietà, eventuali clausole determinato variazioni di prezzo, lo stesso vale per il canone nel noleggio a lungo termine.
Difficile inserire in un contratto assicurativo relativo ad auto a noleggio, clausole che riducono le coperture. Anche perché se nel contratto assicurativo classico sulle auto di proprietà, clausole che limitino il rischio per la compagnia assicurativa abbassano il premio a vantaggio del cliente, non è così per il noleggio. Infatti accade il contrario.
Meno coperta è una auto a noleggio, dal punto di vista assicurativo, più pagherebbe di canone chi la detiene. Per questo spesso l’auto è coperta dalla polizza Kasko. Polizza questa che copre i danni del veicolo sopraggiunti a uscite di strada ed eventi simili che non possono essere addebitati come responsabilità a soggetti terzi.
Forse solo se si inserisce una franchigia a carico dell’utilizzatore il canone scende.Franchigia infatti significa con-partecipazione al danno eventuale da sinistro o da altro evento coperto da assicurazione, da parte dell’utilizzatore del veicolo.

Cosa accade al verificarsi di sinistro

Torniamo a quanto detto in premessa. Perché scegliere il noleggio a lungo termine rispetto all’acquisto diretto del veicolo?
Per evitare la burocrazia, gli oneri e gli adempimenti che una auto di proprietà ha insiti in sé, questo il motivo principale.
Prendere una auto a noleggio, già messa su strada, praticamente chiavi in mano, già tagliandata, revisionata e pure con assicurazione coperta. Più facile di così non di può. E l’abbattimento degli oneri a carico dell’utilizzatore si manifestano pure in caso di sinistro.
Al verificarsi dell’incidente infatti, la gestione delle procedure, denunce, segnalazioni e pratica di risarcimento, sono a carico della società di noleggio.
Naturalmente, essendo l’utilizzatore dell’auto a noleggio il soggetto presente nel luogo del sinistro, su di lui ricade l’obbligo di sottoscrivere eventualmente il modulo CAI (ex modello Cid, Costatazione amichevole di incidente) e di informare la società di noleggio dell’evento sinistro, magari consegnando alla stessa società eventuali verbali delle forze dell’ordine.
Va detto che nel noleggio a lungo termine in caso di sinistro, nulla inciderà suo canoni successivi. L’utilizzatore infatti non avrà un aumento del canone da pagare come accade alle polizze RC Auto classiche a seguito si sinistro. Non esiste il meccanismo Bonus Malus per i sinistri con assicurazioni di auto prese a noleggio a lungo termine.

Un altro dei vantaggi non indifferenti in termini di scelta da parte di un soggetto verso il noleggio a lungo termine.