in

Stellantis: rilasciato l’accusato dell’esplosione a Windsor

Stellantis: a Windsor è stato liberato su cauzione l’uomo accusato dell’esplosione avvenuta nello stabilimento del gruppo

Lo scorso 4 novembre una improvvisa esplosione ha colpito lo stabilimento Stellantis di Windsor in Canada. Dopo vari giorni di indagini la polizia ha arrestato una persona sospettata di aver causato intenzionalmente l’esplosione. Nelle scorse ore è arrivata la notizia che l’uomo di 33 anni è stato rilasciato su cauzione. In USA esiste un divieto di pubblicazione di quanto ascoltato in tribunale quindi non sappiamo come mai all’uomo sia stata concessa la libertà su cauzione.

Libero su cauzione in Canada l’uomo accusato dell’esplosione nello stabilimento di Stellantis a Windsor

Sappiamo solamente che l’uomo dovrà vivere nella casa della madre e che per la sua liberazione sono stati versati 2 mila dollari. All’accusato dell’esplosione nello stabilimento di Stellantis è stato inoltre vietato di usare i social media. L’uomo inoltre non potrà avvicinarsi allo stabilimento del gruppo automobilistico. Infine gli è stato anche vietato di comunicare con tutta una serie di persone rientranti in un apposito elenco stilato dal tribunale.

L’avvocato difensore dell’uomo nega ovviamente le accuse e sostiene che sarà molto difficile per l’accusa provare la responsabilità del suo assistito nell’esplosione. L’uomo, che è stato arrestato lo scorso 17 novembre, comunque è stato accusato di reati gravi e il prossimo 26 gennaio dovrà tornare in tribunale.

Stellantis Logo
Stellantis: a Windsor è stato liberato su cauzione l’uomo accusato dell’esplosione avvenuta nello stabilimento del gruppo automobilistico

Il giorno in cui vi fu l’esplosione si era capito subito che non si trattava di un incidente ma di un atto intenzionale di qualcuno. La polizia avrebbe indagato anche sul movente che però al momento non è stato divulgato.

Molto probabilmente è legato all’obbligo di vaccino previsto da Stellantis per i suoi dipendenti in Canada. Non si può escludere però che il gesto sia legato alla recente notizia della soppressione di un turno di lavoro nella fabbrica con taglio di circa 1.800 posti di lavoro.

Ti potrebbe interessare: Stellantis: aumenta la domanda di auto nello stabilimento di Figueruelas e si lavora anche di sabato

Looks like you have blocked notifications!

Lascia un commento