in

Zero incentivi auto pluriennali: la filiera critica il Governo

Automotive dimenticato nella legge Bilancio 2022, nemmeno un euro. Zero incentivi auto pluriennali: la filiera critica il Governo Draghi

Dopo le parole, le promesse, arriva il nulla: zero incentivi auto pluriennali. La filiera critica il Governo Draghi. Automotive dimenticato nella legge Bilancio 2022, nemmeno un euro. L’Italia vuol fare la transizione della mobilità senza stanziare fondi a sostegno della domanda e dell’offerta, l’attacco alla politica. Urgente un piano strategico per evitare gravi danni ambientali, economici e sociali, dice la filiera.

Sono incredule le associazioni che rappresentano in Italia l’intero mondo della mobilità sostenibile e le filiere industriali e commerciali automotive, di fronte alla totale assenza di misure per affrontare la transizione ecologica ed energetica della mobilità: servono incentivi auto pluriennali.

C’è delusione. Nonostante l’attiva partecipazione ai lavori del “Tavolo Automotive” abbia prodotto diverse proposte di intervento, come la pianificazione pluriennale di sostegno all’acquisto di veicoli a zero e bassissime emissioni per cittadini e imprese, arriva il niente.

La mancata previsione di un intervento strutturale si somma all’assenza di misure specifiche nel PNRR (Piano nazionale) nella componente “transizione energetica e della mobilità sostenibile”. Allarme da parte della filiera auto: in questo modo l’Italia diventa l’unico Paese europeo, con un’importante vocazione manufatturiera automotive, che non sostiene il consumatore auto. Verso l’acquisto di mezzi a zero e bassissime emissioni.

incentivi auto 2

Senza incentivi auto, sono guai

Gravissimi gli impatti previsti sul mercato e i rischi di tenuta della filiera nazionale, in assenza di un piano strategico per favorire il rinnovo del parco circolante, ancora tra i più vetusti e meno sicuri e inquinanti d’Europa.

Eppure, c’è il Piano Nazionale Energia e Clima e di riduzione delle emissioni di CO2, prefissati a livello europeo e sottoscritti dal nostro Paese. L’analisi d’impatto delle misure di incentivo dello scorso anno ha evidenziato i molteplici effetti positivi degli ecobonus.

La filiera chiede a Draghi, ai ministri competenti Giorgetti e Cingolani, nonché al ministro Franco, di porre rimedio tempestivamente alla totale assenza di politiche per l’automotive.

L’Esecutivo risponderà? In passato, no. Vedremo questa volta, visto che la polemica sale di livello.

Looks like you have blocked notifications!