in

Jeep Wrangler: SUV con V10 della Dodge Viper venduta all’asta

La famosa casa d’aste Hemmings ha venduto una Jeep Wrangler molto particolare: a spingerla il motore V10 da 8.3 litri della Dodge Viper.

Fonte foto: Hemmings.com

La rinomata casa d’aste Hemmings ha battuto l’insolito Jeep Wrangler ST-10. Talmente l’esemplare originale è stato rivisto nelle caratteristiche chiave, da giustificare il nome stesso affibbiatole. Il tratto distintivo più caratteristico è dato comunque dal propulsore, un V10 della Dodge Viper da 8.3 litri. Oltre che di tanta audacia, per ospitare il gigantesco motore chi se ne è occupato ha dovuto fare appello a una notevole capacità d’ingegno. Si è, infatti, reso necessario sviluppare un cofano personalizzato e un robusto cambio automatico 48RE a 4 rapporti, che ha preso il posto della versione standard.

Jeep Wrangler ST-10: il SUV cattivo come non lo è stato mai

Jeep Wrangler
Fonte foto: Hemmings.com

La scatola di rinvio è stata realizzata su ordinazione, anche gli alberi, il giunto omocinetico e gli assi non erano standard, i bracci delle sospensioni sono stati cambiati e l’assetto rialzato di 20″ è stato ottenuto sia grazie al telaio non standard sia grazie all’installazione di enormi ruote. I freni hanno ceduto il passo ad altri più efficienti e la scritta Viper è applicata sulle pinze.

Per quanto riguarda gli interni, nell’abitacolo della Jeep Wrangler appaiono rivestimenti con la scritta Viper, il sedile posteriore lo si è smontato, mentre si è, invece, allestito un nuovo sistema audio e una telecamera per la retromarcia. Tolto ciò, non ha avuto luogo nessun’altra modifica. Gli accorgimenti adottati hanno comunque rispettato lo stile e la personalità della vettura. Anche se ciò significa lasciar trasparire la veneranda età del SUV originale. Un punto di forza, almeno agli occhi categoria dei nostalgici, emotivamente attaccati alla vecchia scuola.

Una personalizzazione da 40 mila dollari

Il prezzo piuttosto elevato della Jeep Wrangler SRT-10 convertito è in parte dovuto al fatto che degli interventi se ne sono presi carico i professionisti dello studio Burnsville Auto Body e Off-Road. Dunque, l’eccellente qualità dei tecnici ha comportato un rincaro importante. Il nuovo proprietario ha speso più di 40 mila dollari per la personalizzazione.

 

 

Looks like you have blocked notifications!