in

Angelo Sticchi Damiani si schiera con Antonio Giovinazzi

Come è già successo più volte, il presidente di ACI Angelo Sticchi Damiani è intervenuto a sostegno di Antonio Giovinazzi

Dopo le dure accuse di Antonio Giovinazzi nei confronti della strategia messa in pratica da Alfa Romeo Racing al recente Gran Premio del Messico, le discussioni che vedono al centro il pilota di Martina Franca non si placano. Giovinazzi rischia infatti di non essere della partita a partire dal 2022; nei giorni scorsi Frederic Vasseur, team principal di Alfa Romeo Racing, ha ammesso che diffonderà informazioni certe sul pilota che affiancherà Valtteri Bottas a partire dal 2022 solamente martedì 16 novembre, all’indomani del Gran Premio del Brasile previsto ad Interlagos questo fine settimana.

Come è già successo più volte, il presidente di ACI Angelo Sticchi Damiani è intervenuto a sostegno di Giovinazzi a margine della recente conferenza stampa di presentazione del Rally di Monza. Sticchi Damiani è infatti intervenuto proprio in riferimento alla questione relativa all’ultimo Gran Premio del Messico.

“La questione di Antonio Giovinazzi è una ferita aperta perché alla sfortuna si è aggiunto un trattamento da parte dell’Alfa Romeo Racing che lo ha penalizzato rispetto al compagno, nell’ultima gara questo è stato evidente. Abbiamo fatto tutto quello che era materialmente possibile, ma vedremo cosa succederà. Rischiare di avere una Formula 1 con due GP in Italia e senza piloti italiani è una grande sconfitta”, ha ammesso Angelo Sticchi Damiani.

Antonio Giovinazzi vuole dare ancora tutto se stesso

In ogni caso Antonio, durante la presentazione dell’appuntamento di Interlagos, ha ammesso di essere fiducioso in merito alla fase rimanente della stagione. Di certo il clima che Giovinazzi sta respirando in Alfa Romeo Racing non risulta dei migliori, ma il giovane pilota di Martina Franca che sente purtroppo odore di non rinnovo ha ammesso di voler dare tutto se stesso.

“Qualche gara va bene, qualche altra no, ma cerco di guardare i lati positivi. Ad esempio abbiamo mostrato un buon ritmo come squadra in Messico e sono fiducioso che sarà lo stesso in Brasile. Abbiamo lottato per la top-10 in ogni gara ultimamente e sono determinato a portare a casa i punti questo fine settimana. In Brasile ho ottenuto il mio miglior risultato di sempre (un quinto posto nel 2019) e sarebbe bello aggiungere un’altra buona gara. Quello che posso garantire è che continuerò a dare tutto quello che ho in ogni gara, ogni giro, ogni curva”, ha ammesso Antonio Giovinazzi.

Nel frattempo in Messico, Frederic Vasseur aveva ammesso che i fattori legati alla stabilità nel possibile mantenimento in Alfa Romeo di Antonio Giovinazzi potrebbero essere elementi positivi per un rinnovo, ma non sono gli unici che pesano sulla decisione: “la stabilità è importante. Sappiamo che la preparazione sarà molto breve e potrebbe essere inferiore nel caso di problemi di affidabilità o altri problemi. È sicuramente vero però che si tratta di un fattore importante nella decisione, ma non è l’unico”.

Looks like you have blocked notifications!

Lascia un commento