in ,

È in vendita una rara Alfa Romeo Giulietta Turbodelta del 1983

È un autentico trattato di storia quello in vendita presso Ruote da Sogno, ovvero una splendida Alfa Romeo Giulietta Turbodelta del 1983, una rarità assoluta presentata nel 1982 e prodotta in soli 361 esclusivi esemplari. La specialissima versione, votata alla sportività, forniva alla Giulietta nata nel 1977 un dinamismo sensibilmente differente e nasceva presso l’iconico stabilimento Alfa Romeo di Arese.

Quella che in termini ufficiali viene denominata Alfa Romeo Giulietta 2.0 Turbo Autodelta viene commercializzata proprio a partire dal 1983 con un prezzo che, all’epoca, partiva da 27 milioni di lire. La vettura proposta su Ruote da Sogno si presenta in condizioni decisamente invidiabili ed è anche l’ultima stradale realizzata dal reparto competizioni di Alfa Romeo, ovvero proprio l’Autodelta: adottava un 4 cilindri 2.0 bialbero sovralimentato abbinato a due carburatori a doppio corpo Dell’Orto DHLA40G di provenienza Alfetta GTV capace di 175 cavalli di potenza (170 per gli esemplari definitivi).

Alfa Romeo Giulietta Turbodelta

Una Giulietta Turbodelta in perfette condizioni

Quello che emerge dalle informazioni presenti su Ruote da Sogno non è molto, ma della Giulietta Turbodelta in vendita si possono richiedere le informazioni necessarie a formalizzare l’eventuale acquisto che prevede un prezzo su richiesta. È dichiarato invece che il dato chilometrico non supera i 150mila chilometri, nello specifico sono 146.379 le unità chilometriche percorse dal 1983 fino ad oggi. La Alfa Romeo Giulietta Turbodelta dispone ancora della targa bianca con sigla della provincia di Torino.

L’Alfa Romeo Giulietta Turbodelta riportava in auge un propulsore sovralimentato: per la prima volta un’unità turbo su un’Alfa Romeo stradale era stata installata infatti nel 1978 a bordo dell’Alfetta GTV Turbodelta. Deriva quindi da quest’ultima la necessaria esperienza per sviluppare una versione sovralimentata da destinare anche all’Alfa Romeo Giulietta. Nasce così la Giulietta Turbodelta, con la volontà di scontrarsi con le tedesche e con quella utile ad assecondare il gusto degli Alfisti più esigenti.

Alfa Romeo Giulietta Turbodelta

La caratterizzazione sportiveggiante era ben visibile. La Giulietta Turbodelta utilizzava una vernice nera attraversata da una striscia rossa che correva lungo tutta la carrozzeria. Uno scarico specifico e l’ampio spoiler sul frontale, con fendinebbia integrati, chiariva le intenzioni della vettura. All’interno i rivestimenti erano declinati in rosso e al centro della plancia c’era il manometro per tenere sotto controllo la pressione del turbo. Il volante è un elemento “Momo” nero mentre il tessuto dei sedili è il Texalfa con poggiatesta a retina. Immancabile la pregevole targhetta Autodelta sul posteriore.

Un valido investimento

Il bialbero di serie della Giulietta Turbodelta veniva abbinato ad una turbina Avio in modo da realizzare un rapporto di compressione pari a 7,5:175. Il motore rimaneva comunque montato davanti in posizione longitudinale mentre la trazione era destinata a muovere l’assale posteriore.

L’utilizzo della turbina Avio lasciò comunque il posto ad una più valida e affidabile KKK. Pare che le Giulietta Turbodelta avevano già la turbina KKK nel baule per sostituirla alla Avio una volta giunte in concessionaria prima della consegna al cliente finale. Il peso contenuto a poco più di 1.000 chilogrammi, abbinato all’esuberanza del propulsore, permetteva di raggiungere i 100 km/h da fermo in circa 7 secondi con velocità massima di 205 km/h.

Alfa Romeo Giulietta Turbodelta

Considerati i due esemplari di pre serie, le Giulietta Turbodelta effettivamente a disposizione del mercato furono 359. Una di queste è quella proposta da Ruote da Sogno: vista la produzione risicatissima (inizialmente se ne prevedevano 500, poi scese a 361) rappresenta un’Alfa Romeo rarissima con quotazioni in continua ascesa. Della sua storia ne avevamo parlato già qui.

Looks like you have blocked notifications!