in

Stellantis ferma ancora la produzione dei modelli Alfa Romeo

La prossima settimana lo stabilimento di Cassino si fermerà ancora a causa della crisi dei chip

La crisi dei chip continua a rallentare le attività produttive di Alfa Romeo. Il marchio italiano deve fare i conti con la carenza di semiconduttori che sta riducendo drasticamente la produzione delle Alfa Romeo Giulia e Stelvio nello stabilimento Stellantis di Cassino. Dopo una prima parte di 2021 caratterizzata da un costante ricorso agli ammortizzatori sociali a causa dei pochi ordini ricevuti, da settembre la situazione di Cassino si è aggravata.

Lo stabilimento continua a lavorare a ritmi ridottissimi a causa della crisi dei chip che non permette di mantenere i già ridotti volumi produttivi previsti per i due modelli Alfa Romeo. Oramai ogni settimana registriamo nuovi stop produttivi per Cassino. La prossima fermata è in programma per il prossimo 8 novembre con una giornata di chiusura completa dello stabilimento. Da notare che il fermo produttivo potrebbe essere prolungato anche alle giornate del 9 e del 10 novembre.

Tutto dipenderà dalla disponibilità di semiconduttori per lo stabilimento dove vengono realizzate le Alfa Romeo Giulia e Stelvio. Al momento, Stellantis non sembra aver trovato una soluzione per arginare gli effetti della crisi dei chip e a Cassino si continuerà a lavorare ritmi ridotti. Naturalmente, non è solo lo stabilimento laziale a dover fare i conti con la crisi dei chip. Anche diversi altri siti produttivi di Stellantis in Europa sono alle prese con gli effetti negativi della carenza di semiconduttori.

Continuano le difficoltà di Alfa Romeo

Anche per le prossime settimane, molto probabilmente, Alfa Romeo dovrà fare i conti con la crisi dei chip e i conseguenti stop della produzione. Gli ordini di Giulia e Stelvio, allo stato attuale, sono addirittura superiori all’effettiva capacità produttiva dello stabilimento che può lavorare a ritmi ridottissimi per via della carenza di semiconduttori. Il problema è destinato a continuare per tutto il 2021.

Alfa Romeo

Il rilancio della produzione a Cassino rimandato al 2022 inoltrato

Sarà necessario attendere il 2022 per un possibile rilancio della produzione a Cassino. Stellantis, per il momento, non ha fornito stime precise sulla crisi dei chip ma la scelta di posticipare la presentazione del Maserati Grecale (D-SUV su base Giorgio che verrà realizzato a Cassino) da novembre alla primavera del 2022 è un chiaro segnale che la crisi dei semiconduttori continuerà.

Saranno necessari diversi mesi prima di poter risolvere in modo completo l’emergenza e consentire allo stabilimento laziale (ed a molti altri stabilimenti del gruppo) di ritornare in attività seguendo ritmi normali. Maggiori dettagli sulla situazione arriveranno di certo nelle prossime settimane. Nel frattempo, la produzione a Cassino sarà ferma il prossimo 8 novembre e, probabilmente, anche in diversi altri giorni di queste ultime settimane del 2021.

Looks like you have blocked notifications!

2 Commenti

Lascia il tuo commento, condividi il tuo pensiero

Lascia un commento